Tour della Terra Santa dal 28 Settembre al 3 Ottobre 2019

Tour della Terra Santa dal 28 Settembre al 3 Ottobre 2019

Il Banco Fiorentino organizza per i suoi soci un tour della Terrasanta, qui di seguito il programma dettagliato e tutte le informazioni utili.

PROGRAMMA

28 settembre sabato  – FIRENZE/FRANCOFORTE/TEL AVIV

Ritrovo dei Sigg. Partecipanti presso l’aeroporto di A. Vespucci di Firenze Peretola in tempo utile per le operazioni di imbarco per il volo AIR DOLOMITI (LUFTHANSA) EN 8861 delle 06.40  per Francoforte. Arrivo a Francoforte alle ore 8.15, cambio di aeromobile e partenza con volo LUFTHANSA LH686 delle ore 10.20 per Tel Aviv. Arrivo alle ore 15.25, ora locale, disbrigo delle formalità di sbarco ed incontro con la guida Italiana per il trasferimento privato all’albergo:  LEONARDO CITY TOWER

Pomeriggio visita guidata a Giaffa:

Giaffa è il porto storico della regione sul Mar Mediterraneo. L’Antico Testamento la menziona come il porto di arrivo del cedro del Libano usato per la costruzione del Tempio di Salomone. Anche durante il Medio Evo rimase il più importante porto della zona, frequentato dai mercanti europei e dai pellegrini che visitavano la Terra Santa. Oggigiorno la sua importanza di scalo marittimo non è più la stessa, ma il suo nome rimane famoso per via delle arance e dei pompelmi “di Giaffa

Rientro a Tel Aviv. Cena e pernottamento in albergo.

29 settembre  domenica – TEL AVIV/CESAREA/HAIFA/ACCO/GERUSALEMME

Prima colazione in albergo. Al mattino partenza con autobus privato e guida in italiano per l’escursione di un’intera giornata verso Acco, percorrendo la costa mediterranea, con fermata agli scavi di Cesarea, città principale della Palestina romana, dove fu arrestato l’apostolo San Paolo. Si procede per Haifa, per grandezza la terza città d’Israele e per fascino uno delle più interessanti del Mediterraneo orientale. Sosta al Monte Carmelo. Seconda colazione in ristorante in corso di viaggio. Dopo essere passati per l’antica città portuale di Acco, si proseguirà per Gerusalemme. 

Cesarea di Palestina, antica città portuale, fu fondata dal re Erode il Grande fra il 25  e il 13 a.c.. Fu la capitale politica e militare della Giudea e vi risiedeva il procuratore e governatore romano. Secondo gli Atti degli Apostoli, l’apostolo Pietro vi battezzò il cen turione Cornelio (il primo pagano ad entrare nella comunità cristiana) e l’apostolo Paolo vi soggiorno spesso e vi fu imprigionato per due anni prima id essere trasferito a Roma. Qui nel 1961 vene rinvenuta  la famosa iscrizione dove è menzionato Ponzio Pilato.

Haifa (conosciuta in Italiano anche come Caifa) è una vivace città di circa 264.000 abitanti, importante porto e centro industriale. Fondata nell’antichità in una baia naturale  ai piedi del Monte Carmelo è citata nel Talmud. In una zona ormai inglobata nella città si trova la grotta, dove, secondo la tradizione, avrebbe dimorato il Profeta Elia. Sarà possibile dare un colpo d’occhio sul Tempio Bahai, la religione nata verso la metà del XIX secolo e che conta circa sette milioni di fedeli sparsi nel mondo.

Il Monte Carmelo è l’estrema propaggine nordoccidentale dell’omonima catena montuoso, diventato, a seguito del recente sviluppo demografico uno dei quartieri della città di Haifa. Secondo la Bibbia fu luogo di residenza del Profeta Elia (IX secolo a.C.) che qui sfidò e vinse un gruppo di profeti del dio Baal. Nel XIII secolo, sull’esempio di Elia, vi si ritirò un gruppo di monaci cristiani, per condurvi una vita di contemplazione; da questi monaci nacque l’Ordine dei Carmelitani che sviluppò una grande devozione verso le Madonna (la Madonna del Carmelo, venerata in tutto il mondo cattolico).

Acco è l’antica città di San Giovanni d’Acri, l’ultimo caposaldo crociato in Terra Santa, caduto nel 1291. Conserva ancora possenti mura rifatte in epoca mamelucca e la chiesa edificata dai crociati.

Arrivo nel tardo pomeriggio e sistemazione nelle camere riservate dell’albergo:

LADY STERN

Cena e pernottamento in albergo.

30 settembre  lunedì – GERUSALEMME

Prima colazione in albergo.  Al mattino inizio della visita della città, sempre con guida in Italiano e trasferimenti in bus. Si vedranno il Monte degli Ulivi e la Città Vecchia. Cena e pernottamento in albergo.

Si comincia con la panoramica dal Monte degli Ulivi (Har Ha-Zetim), luogo veneratissimo dai Cristiani fin dai primi secoli e dove sorgono numeroso chiese: la chiesa greco-ortodossa del Viri Galilaei, il monastero russo di S.Maria Maddalena, l’Edicola dell’Ascensione, la Basilica del Sacro Cuore col chiostro del Pater Noster, la chiesa francescana del Dominus Flevit. Si visita poi il Getsemani con la Tomba della Madonna, la Grotta dell’Arresto e la Chiesa di Tutte le Nazioni.

La visita prosegue con la Sharar Harayot o Bab Sitti Maryam (Porta dei Leoni o Porta di S.Stefano) dove secondo la tradizione S.Stefano fu trascinato fuori della città e martirizzato. Vicino si trovano la Chiesa di Sant’Anna, risalente all’epoca crociata, edificata sul luogo dove secondo la tradizione sorgeva la Casa di S.Anna e di S.Gioacchino; l’altura di Bethesda con la piscina probatica; la Via Dolorosa, percorsa secondo la tradizione da Gesù nella Sua andata al Calvario (altrettante Cappelle segnano il luogo delle prime nove stazioni della Via Crucis, le altre tre stazioni si trovano all’interno della Basilica del Santo Sepolcro); l’Arco dell’ Ecce Homo.

La Basilica del Santo Sepolcro è un composito edificio, ricostruito e modificato più volte nel corso dei secoli, che riunisce in un unico corpo architettonico i luoghi della morte, della sepoltura e della resurrezione di Cristo; per i Cristiani luogo santo per eccellenza, la basilica è divisa principalmente fra tre confessioni più importanti (Cattolici rappresentati dai Francescani, Greco-Ortodossi e Armeni), mentre parti minori sono gestite da Siro-Giacobiti, Etiopi e Copti.

Al “Monte” Sion, altro luogo santo di Gerusalemme, si trovano la Chiesa della Dormizione di Maria (secondo la tradizione luogo della morte della Vergine) e il Cenacolo; quest’ultimo è probabilmente il più contestato dei luoghi sacri e il simbolo delle varie stratificazioni religiose: luogo secondo la concorde tradizione cattolica e greco-ortodossa dell’Ultima Cena di Gesù, della Pentecoste e delle prime riunioni degli Apostoli (in effetti recenti scavi hanno provato che si trova sul sito di una sinagoga-chiesa appartenente ad una comunità giudeo-cristiana), fu trasformato nel 1524 in moschea e attualmente è al piano inferiore una Sinagoga dove gli Ebrei venerano la tomba di David e al piano superiore una moschea sconsacrata; invano da secoli i Frati Francescani ne rivendicano il possesso.

Altri luoghi importanti sono il Muro Occidentale (comunemente noto come Muro del Pianto, perché gli Ebrei vi ricordano la distruzione del Tempio), porzione delle mura di contenimento della spianata del Tempio; lo spazio davanti al muro è attualmente una sinagoga a cielo aperto, centro religioso ebraico di Gerusalemme, meta di pellegrinaggi da tutto il mondo. Una porta a sud del Muro occidentale dà accesso alla spianata del Tempio (il più delle volte è interdetto e, quando è consentito, lo è solo a determinati orari e con molte formalità, che scoraggiano la visita), luogo sacro per Ebrei, Cristiani e Musulmani; vi si trovano due fra i più importanti santuari musulmani: la Moschea di el-Aqsa  e la Moschea di Omar o Cupola della Roccia (da un po’ di tempo non è più permesso ai non musulmani l’ingresso nelle due moschee). 

La Cattedrale Armena di S. Giacomo (aperta solo per 15 minuti al giorno), segna il centro del quartiere armeno nell’angolo sud-occidentale della città vecchia. 

01 ottobre  martedì – GERUSALEMME 

Prima colazione in albergo.  Al mattino visita della parte moderna di Gerusalemme.

La parte moderna di Gerusalemme, edificata dagli Israeliani, è simile a una capitale europea. Vi si trovano lo Yad Vashem, memoriale dedicato ai sei milioni di vittime ebree della Shoà (lo sterminio nazista); la Knesset, edificio del Parlamento israeliano aperto nel 1966; la zona dei ministeri; il Museo d’Israele, enorme complesso costituito da vari edifici, fra cui il Santuario del Libro, dove sono conservati i famosi manoscritti del Mar Morto, scoperti nel 1947 nelle grotte di Qumran sul Mar Morto

Seconda colazione in corso di visita, cena e pernottamento in albergo.

02 ottobre  mercoledì – GERUSALEMME/MASSADA/MAR MORTO

Prima colazione in albergo. Al mattino partenza con bus privato e guida in italiano per partenza per il Mar Morto. Sosta a Qumran, dove furono ritrovati i rotoli del Mar Morto conservati ed esposti al Museo d’Israele. Proseguimento per Masada e visita della Fortezza erodiana. Seconda colazione in ristorante in corso di viaggio.

Qumran, località sulla riva occidentale del Mar Morto vicino alle rovine di Gerico, è diventata famosa in seguito alla scoperta, avvenuta nel 1947, dei così detti “Manoscritti del Mar Morto”(papiri antichissimi racchiusi in anfore) e dei resti di una comunità monastica degli Esseni (una particolare scuola ebraica dei secoli intorno alla nascita del Cristianesimo). Il luogo sembra essere stato abbandonato prima che nel 68 a.C. avessero inizio le vicende belliche che portarono alla dominazione romana.

La poderosa fortezza di Masnada, costruita in alto dal re Erode il Grande, fu il luogo dove nel 73 d.C. si rifugiarono gli Ebrei Zelati per un’ultima disperata resistenza contro i Romani.

Il Mar Morto è propriamente un lago, situato fra Israele, Territori Palestinesi e Giordania. Si trova nella depressione più profonda della Terra. L’acqua troppo salata non consente alcuna forma di vita, fatta eccezione per i batteri, e per questo motivo si chiama Mar Morto. La forte densità dell’acqua permette a chiunque di galleggiare senza sforzo alcuno, ma rende molto difficile e sconsigliabile la pratica del nuoto. È un mare chiuso che ha come immissari il fiume Giordano e altri corsi d’acqua minori, senza avere alcun emissario. Le qualità curative delle sue acque erano conosciute fin dal tempo dei Romani e ancora oggi sono sfruttate soprattutto per le malattie della pelle

Arrivo sul Mar Morto, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento in albergo.

03 Ottobre giovedì – MAR MORTO/TEL AVIV/FRANCOFORTE/FIRENZE 

Prima colazione in albergo. Parte della mattinata dedicata al relax. Successivamente trasferimento con autobus privato a Tel Aviv in tempo utile per la partenza del volo LUFTHANSA LH 687 delle ore 16.30 per Francoforte. Arrivo alle ore 19.55, cambio di aeromobile e proseguimento con volo EN8860 delle ore 21.10 per Firenze.

Arrivo a Firenze alle ore 22.40, disbrigo delle formalità doganali e di sbarco e termine del viaggio.

 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

SOCI: €. 2.240,00

NON SOCI: €. 2.450,00

(basata sulla partecipazione di almeno 25 persone)

CAMERA SINGOLA €. 595,00

La quota comprende:

  • Viaggio aereo come indicato nel programma, da Firenze a Tel Aviv e ritorno, con aviogetti di linea in classe economy, tasse sul biglietto aereo comprese.
  • Trasporto del bagaglio nei viaggi aerei in franchigia fino a Kg. 20 per persona e di un bagaglio a mano delle dimensioni massime di 55x35x25 e peso inferiore a 8 kg.
  • Accoglienza ed assistenza in Israele all’aeroporto di arrivo e di partenza.
  • Sistemazione per 5 notti in Israele in camere doppie con bagno, in alberghi di prima categoria (classificazione locale, equivalente a categoria 4 stelle).
  • Tutti i pasti in Israele dalla cena del primo giorno (28 settembre) alla prima colazione dell’ultimo giorno (3 ottobre)
  • ½ litro d’acqua ai pasti per persona
  • Trasferimenti, visite ed escursioni in Israele secondo l’itinerario indicato nel programma, in pullman privato da turismo climatizzato.
  • Assistenza per tutti i trasferimenti, le escursioni e le visite in Israele di guida locale parlante Italiano.
  • Ingressi a monumenti e musei ove previsto (a seguito di situazioni imprevedibili, potrebbero verificarsi delle variazioni riguardo ai monumenti visitabili).
  • Facchinaggio negli aeroporti e negli alberghi.
  • Assistenza di persona di fiducia della Società Organizzatrice per l’intera durata del viaggio.
  • Assicurazione Amiassistance sanitaria + bagaglio.

La quota non comprende:

  • I pasti (salvo la prima colazione) dell’ultimo giorno
  • Le mance.
  • Ogni extra in genere di carattere personale e quant’altro non espressamente indicato nel programma o alla voce Comprende.

INFORMAZIONI  UTILI

DOCUMENTI – È necessario che il Passaporto abbia una validità di almeno 6 mesi dalla data di effettuazione del viaggio. Il Visto viene rilasciato gratuitamente all’aeroporto di arrivo in Israele. La polizia di frontiera è disposta a non mettere il timbro del Visto sul Passaporto, solo nel caso in cui il passeggero arrivi con il modulo “L 17” già compilato in ogni sua parte. Il modulo “L 17” è reperibile solo al posto di polizia all’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv, appena prima del controllo passaporti. Quindi i passeggeri che desiderano non avere il timbro del Visto sul Passaporto devono presentarsi premuniti di detto modulo. 

 

Si ricorda che è necessario prenotare il viaggio entro il 31 Maggio contattando l’Ufficio Soci del Banco Fiorentino.