MODALITÀ DI ESERCIZIO DEL DIRITTO DI CANDIDARSI ALLA CARICA DI AMMINISTRATORE, SINDACO E PROBOVIRO

MODALITÀ DI ESERCIZIO DEL DIRITTO DI CANDIDARSI ALLA CARICA DI AMMINISTRATORE, SINDACO E PROBOVIRO

Nella prossima assemblea ordinaria dei soci si procederà al rinnovo della totalità delle cariche sociali per il triennio 2019/2021. 

Ogni socio ha il diritto di candidarsi alla carica di amministratore o di sindaco, avendone i relativi requisiti mentre i candidati alla carica di proboviro possono essere scelti tra i soci e non soci della Banca. 

Pertanto, in conformità a quanto previsto dall’art. 16, comma 2 del regolamento elettorale approvato in data 02/12/2018 dall’assemblea ordinaria dei soci della banca, si riporta di seguito un estratto del predetto regolamento elettorale contenente la modalità di esercizio del diritto di candidarsi. 

Articolo 16 – Diritto di candidarsi 

16.1. Ogni socio ha il diritto di candidarsi alla carica di amministratore o di sindaco, avendo i relativi requisiti. 

16.2. Entro il novantesimo giorno anteriore a quello previsto per l’Assemblea chiamata, in prima convocazione, a eleggere le cariche sociali per il rinnovo totale degli organi, la Banca affigge in modo visibile nella sede sociale e, ove presenti, nelle sue succursali e sedi distaccate, nonché pubblica sul proprio sito internet istituzionale, un avviso contenente le modalità e le tempistiche di esercizio del diritto di candidarsi nonché le indicazioni sulla composizione qualitativa e quantitativa ritenuta ottimale dal Consiglio di Amministrazione uscente, in conformità al decreto ministeriale in materia di requisiti e criteri di idoneità ai sensi dell’articolo 26 TUB (di seguito anche il “Decreto”) e alle linee guida definite dalla Capogruppo. Tale comunicazione evidenzia se la Banca potrà adottare, su indicazione della Capogruppo, le semplificazioni al procedimento elettorale richiamate nel presente Capo.

Articolo 17 – Requisiti per candidarsi come amministratore e sindaco 

17.1. Si possono candidare alla carica di amministratore i soci aventi i requisiti di professionalità e competenza, onorabilità e correttezza, nonché di indipendenza richiesti dallo Statuto e dal Decreto. 

17.2. Il Consiglio di Amministrazione uscente e i soci presentano elenchi di candidati tenendo conto anche degli eventuali limiti al numero di mandati stabiliti all’interno dello Statuto. I soci possono presentare anche singole candidature al di fuori degli elenchi. 

17.3. Si possono candidare alla carica di Presidente del Collegio Sindacale, di sindaco effettivo e di sindaco supplente i soggetti aventi i requisiti richiesti dallo Statuto e dal Decreto. 

17.4. Ciascun elenco di candidati diverso da quello presentato dagli amministratori uscenti deve essere sottoscritto da un numero di soci non inferiore al dieci per cento dei soci legittimati a votare nell’Assemblea chiamata ad eleggere le cariche sociali. Ciascun socio può sostenere un solo elenco di candidati e, in caso di inosservanza, la sua sottoscrizione non è computata valida per alcuna lista da lui sostenuta. Le firme dei soci sostenitori devono essere autenticate dai soggetti elencati nel primo comma dell’articolo 5. 

17.5. Le candidature di singoli soci al di fuori degli elenchi di cui al precedente comma devono essere sottoscritte da un numero di soci non inferiore al due per cento dei soci legittimati a votare nell’Assemblea chiamata ad eleggere le cariche sociali. 

17.6. I soci candidati alla carica di sindaco non possono sostenere alcun elenco di candidati. 

17.7. Ai fini della validità della singola candidatura o dell’elenco, i soci sostenitori presentano, relativamente a ciascun candidato, la documentazione richiesta ai sensi dell’articolo 19 entro i termini previsti nel medesimo articolo. 

Articolo 18 – Commissione elettorale 

18.1. Al fine di garantire l’ordinato svolgimento delle operazioni elettorali il Consiglio di Amministrazione nomina, nel termine di cui al secondo comma dell’art. 16 e comunque in tempo utile per l’ordinato svolgimento del procedimento elettorale, una Commissione elettorale composta da cinque persone, soci o non soci, diverse dagli amministratori, dai sindaci, dai probiviri e dai dipendenti. 

18.2. La Commissione elettorale è chiamata ad assicurare la corretta applicazione delle norme di legge, statutarie e regolamentari concernenti l’elezione delle cariche sociali. Inoltre, qualora venga attivato il procedimento elettorale semplificato, compete alla Commissione elettorale la valutazione preventiva dei candidati ai sensi dell’art. 20. 

18.3. I membri della Commissione elettorale non possono candidarsi né sostenere alcuna candidatura. 

18.4. Per l’organizzazione dei propri lavori, la Commissione elettorale si avvale del supporto di un segretario. Tale ruolo è svolto, di norma, dal Direttore Generale o da altro dipendente nominato dal Consiglio di Amministrazione. 

Articolo 19 – Presentazione degli elenchi di candidati o di singole candidature 

19.1. Prima della candidatura ufficiale ai sensi dell’articolo 21 e, in particolare, entro il sessantesimo giorno anteriore a quello previsto per l’Assemblea chiamata a eleggere le cariche sociali, il Consiglio di Amministrazione uscente e i soci sostenitori predispongono e depositano personalmente presso la sede sociale e presso la segreteria di Presidenza, i rispettivi elenchi di candidati rappresentativi della lista che intendono proporre all’Assemblea, ovvero anticipano, nei medesimi termini, la documentazione richiesta mediante Posta elettronica certificata all’indirizzo comunicato nell’avviso di cui al secondo comma dell’articolo 16, con successivo deposito della documentazione originale entro 5 giorni dall’invio della comunicazione elettronica. Il presente comma si applica altresì alle singole candidature presentate al di fuori degli elenchi. 

19.2. Ciascun elenco, compilato su appositi moduli predisposti dalla Banca, contiene un numero di nominativi almeno pari al numero di componenti da nominare ai sensi dello Statuto e della relativa delibera assembleare assunta l’anno precedente alla nomina, e non superiore a tale numero aumentato della metà, all’occorrenza arrotondato per eccesso. L’elenco deve individuare la lista di nominativi per i quali, salvo rinuncia o impedimento, si intende presentare la candidatura ufficiale ai sensi dell’articolo 21; gli ulteriori ed eventuali nominativi sono numerati in ordine di preferenza e possono essere inclusi nella lista definitiva solo in caso di rinuncia o impedimento dei primi. 

19.3. Il modulo di presentazione di ciascun elenco di candidati designa il socio rappresentante dell’elenco medesimo individuato tra i soci sostenitori, deve essere sottoscritto con firma autenticata dai soggetti elencati nel primo comma dell’articolo 5 e deve riportare in allegato: 

1. la dichiarazione, in caso di candidati amministratori, della conformità alla composizione quali-quantitativa del Consiglio di Amministrazione uscente ovvero le motivazioni delle eventuali differenze rispetto alle analisi svolte dal Consiglio; 

2. per ogni candidato, la seguente documentazione: 

a) copia del documento di identità in corso di validità e del codice fiscale; 

b) curriculum vitae inclusivo delle informazioni necessarie per la verifica del possesso dei requisiti di professionalità e della disponibilità di tempo allo svolgimento dell’incarico; 

c) dichiarazione del candidato che attesti quanto segue: 

(i) la carica alla quale concorre; 

(ii) l’indicazione del socio rappresentante dell’elenco di appartenenza; 

(iii) di non trovarsi in alcuna situazione di ineleggibilità, decadenza o incompatibilità, nonché di possedere tutti i requisiti prescritti dal Decreto e dallo Statuto per la carica per cui si candida; 

(iv) l’accettazione preventiva dell’incarico, in caso di elezione, e il correlativo impegno ad adempiere i doveri legati alla carica per la quale si candida con la diligenza e la professionalità richieste, nella consapevolezza delle conseguenti responsabilità; 

(v) l’impegno, in caso di candidato amministratore, ad adempiere nel corso del proprio mandato l’obbligo di formazione permanente sancito dalla Capogruppo, con indicazione, in caso di amministratore uscente, dei crediti formativi conseguiti o in corso di conseguimento. 

Le previsioni di cui al numero 2 del presente comma si applicano anche alle singole candidature presentate al di fuori degli elenchi. 

19.4. Il presente articolo si applica solo se l’Assemblea deve eleggere la totalità delle cariche sociali. 

Articolo 20 – Valutazione preventiva dei candidati 

20.1. Gli elenchi dei candidati, o le singole candidature, pervenuti nei termini previsti dal precedente articolo, unitamente alla relativa documentazione, vengono trasmessi alla Commissione elettorale della Banca. 

20.2. La Commissione elettorale della Banca, qualora non sia attivo un procedimento elettorale semplificato, inoltra alla Capogruppo gli elenchi dei candidati, o i nominativi dei singoli candidati e la relativa documentazione. Al riguardo, il consiglio di amministrazione della Capogruppo, con il supporto del comitato nomine, compie una valutazione sui nominativi inclusi negli elenchi, o sulle singole candidature, volta a verificare: 

a) il possesso dei requisiti per candidarsi richiamati nell’art. 17; 

b) il conseguimento, da parte degli amministratori uscenti candidatisi, di nove crediti formativi. Per gli amministratori al primo mandato i crediti sono aumentati della metà; 

c) la corrispondenza sostanziale della composizione quali-quantitativa dell’elenco dei candidati amministratori, e in particolare della lista provvisoria in esso individuata, alla composizione ideale individuata dal Consiglio di Amministrazione uscente e resa nota nell’avviso di cui all’art. 16, comma 2, ovvero la presenza di motivazioni che giustifichino le eventuali differenze rispetto alle analisi svolte dal Consiglio; 

d) l’adeguatezza dei candidati rispetto alle esigenze di unitarietà di governance del Gruppo e di efficacia dell’attività di direzione e coordinamento della Capogruppo. 

20.3. Secondo il procedimento elettorale semplificato, la valutazione di cui al comma precedente – ad esclusione dell’elemento di verifica di cui alla lettera d) – è posta in essere dalla Commissione elettorale della Banca, che si avvale anche dei risultati dell’attività di autovalutazione degli organi aziendali nonché di eventuali ulteriori indicazioni in merito da parte della Capogruppo. Rimane fermo quanto previsto dall’articolo 28-bis, comma 1, dello Statuto. 

20.4. Al termine di entrambi i procedimenti elettorali, l’esito della valutazione, che consiste in un parere preventivo, è depositato presso la Banca e reso noto al socio rappresentante dell’elenco, o la singola candidatura, entro il termine di 30 giorni antecedenti la data fissata per la prima convocazione dell’Assemblea chiamata a eleggere le cariche sociali. 

Articolo 21 – Presentazione delle candidature definitive 

21.1 Le candidature definitive sono presentate mediante liste di candidati ciascuna delle quali deve contenere un numero di nominativi corrispondente a quello determinato ai sensi dello Statuto e della relativa delibera assembleare assunta l’anno precedente alla nomina, o nominativi di singoli candidati presentati al di fuori degli elenchi. 

21.2. I nominativi inclusi nelle liste definitive corrispondono a quelli precedentemente individuati negli elenchi sottoposti alla valutazione preventiva come liste provvisorie. Gli ulteriori nominativi inclusi nell’elenco possono essere candidati ufficialmente solo in caso di rinuncia o impedimento, comprovati da idonea attestazione, di uno o più dei candidati facenti parte della lista provvisoria. 

21.3. Ogni lista deve indicare, accanto al nominativo del candidato, la carica alla quale costui concorre e deve essere compilata su appositi moduli predisposti dalla Banca. Entro il quindicesimo giorno lavorativo bancario anteriore a quello fissato per la prima convocazione dell’Assemblea chiamata a eleggere le cariche sociali, i soci rappresentanti depositano personalmente le liste presso la sede sociale e presso la segreteria di presidenza, ovvero anticipano le stesse, nei medesimi termini, mediante Posta elettronica certificata all’indirizzo comunicato nell’avviso di cui al secondo comma dell’articolo 16, con successivo deposito degli originali entro 5 giorni dall’invio della comunicazione elettronica. Per ciascuna lista presentata è rilasciata una ricevuta con indicazione del giorno e dell’ora di presentazione. 

21.4. Ogni singola candidatura presentata al di fuori delle liste deve indicare, accanto al nominativo del candidato, la carica alla quale costui concorre e deve essere compilata su appositi moduli predisposti dalla Banca. Entro il quindicesimo giorno lavorativo bancario anteriore a quello fissato per la prima convocazione dell’Assemblea chiamata a eleggere le cariche sociali, i soci rappresentanti depositano personalmente ogni singola candidatura presso la sede sociale e presso la segreteria di presidenza, ovvero anticipano le stesse, nei medesimi termini, mediante Posta elettronica certificata all’indirizzo comunicato nell’avviso di cui al secondo comma dell’articolo 16, con successivo deposito degli originali entro 5 giorni dall’invio della comunicazione elettronica. Per ciascuna candidatura presentata è rilasciata una ricevuta con indicazione del giorno e dell’ora di presentazione. 

Articolo 22 – Pubblicazione dei nominativi dei candidati e preparazione dei lavori assembleari 

22.1. Le singole candidature e le liste dei candidati per cui sono stati accertati i requisiti stabiliti dall’articolo 17 sono affissi in modo visibile nella sede sociale e, ove presenti, nelle succursali e nelle sedi distaccate della Banca e pubblicati sul sito internet istituzionale della Banca. Negli stessi luoghi sono consultabili brevi curricula dei candidati, da loro redatti. 

22.2. Ciascun socio candidato può ottenere i nomi e i cognomi dei soci legittimati a intervenire all’Assemblea chiamata a eleggere le cariche sociali. 

22.3. I cognomi e i nomi dei candidati sono stampati in una o più schede elettorali, con l’eventuale indicazione di più liste di candidati o di singole candidature, di quelli proposti dal Consiglio di Amministrazione e di quelli candidatisi come Presidente del Consiglio di Amministrazione o del Collegio Sindacale, sindaco effettivo o supplente, Presidente del Collegio dei probiviri, proboviro effettivo o supplente. Se vi sono casi di omonimia tra i candidati, devono stamparsi nella scheda ulteriori dati personali individuati in accordo con gli interessati. 


I moduli di presentazione delle candidature sono disponibili presso la Sede Sociale, le Succursali della Banca e la Sede distaccata di Castelfranco di Sotto. 

Agli effetti di quanto previsto dal comma 3 dell’art. 21 suindicato, l’indirizzo di Posta Elettronica Certificata è il seguente: segreteria.direzione@pec.bancofiorentino.it. 

Si raccomanda inoltre ai soci che intendono presentare la propria candidatura a consigliere di amministrazione o a quella di sindaco di prendere attenta visione, rispettivamente, del “Documento di autovalutazione del Consiglio di Amministrazione” e del “Documento di autovalutazione del Collegio sindacale” che forniscono indicazioni in merito alla composizione quali-quantitativa del Consiglio e del Collegio ritenuta ottimale dalla Banca. Si fa presente che tali documenti sono liberamente consultabili dai soci presso la sede Sociale, le succursali della Banca e la sede distaccata di Castelfranco di Sotto e che ciascun socio ha diritto di ottenerne gratuitamente una copia. 

Si fa presente che il trattamento dei dati raccolti avverrà per le sole finalità previste dal regolamento elettorale sopra indicato, a norma del regolamento UE 679/2016, oltre che per i casi previsti dalla legge. Per ulteriori informazioni sulle modalità di trattamento, sulle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o portati a conoscenza e sui diritti dell’interessato, ci si potrà rivolgere direttamente alla Banca, titolare del trattamento, rivolgendo le eventuali richieste, oltre che all’agenzia di riferimento, presso l’unità organizzativa Referente interno DPO all’indirizzo Via del Colle, 95 50041 Calenzano (FI), ovvero all’indirizzo di posta elettronica dpo.08325@iccrea.bcc.it. Resta fermo che l’interessato potrà contattare il DPO per tutte le questioni relative al trattamento dei suoi dati personali e all’esercizio dei propri diritti. 


Ai fini della procedura di rinnovo della totalità delle cariche sociali di cui al presente avviso si dovrà tener conto di quanto previsto dallo Statuto sociale relativamente agli art. 52 “Disposizioni transitorie” e 52 bis “Disposizioni transitorie di fusione”. 

Art.52 

Disposizioni transitorie 

I divieti e i limiti introdotti dalle assemblee straordinarie dei soci della “Banca del Mugello – Credito Cooperativo”, della “Banca di Credito Cooperativo di Signa” e della “Banca di Credito Cooperativo di Impruneta – Banco Fiorentino“ del maggio 2016, agli articoli 33 e 42, relativi al numero massimo dei mandati, si applicano e si iniziano a computare a partire dalla scadenza del mandato di amministratori e sindaci in corso al momento dell’adozione delle medesime previsioni. 

La disposizione del primo comma dell’art. 32, relativa al numero massimo degli amministratori, si applica a partire dalla scadenza della disposizione transitoria di cui all’articolo 52 bis. 

Il Collegio dei Probiviri nominato prima dell’entrata in vigore del presente statuto rimane in carica fino alla scadenza naturale del proprio mandato. 

Art.52 bis 

Disposizioni transitorie di fusione 

Per effetto della fusione per unione tra la “Banca del Mugello Credito Cooperativo”, la “Banca di Credito Cooperativo di Signa” e la “Banca di Credito Cooperativo di Impruneta – Banco Fiorentino” è stabilito quanto segue. 

Per il primo mandato decorrente dalla data di efficacia della fusione: 

a) il Consiglio di amministrazione della nuova società sarà composto da undici membri, incluso il Presidente, così nominati: Banca del Mugello – Credito Cooperativo esprimerà fra i suoi soci quattro amministratori della nuova società, di cui uno con funzioni di Presidente; Banca di Credito Cooperativo di Impruneta – Banco Fiorentino esprimerà fra i suoi soci tre amministratori della nuova società, di cui uno con funzioni di Vicepresidente vicario; Banca di Credito Cooperativo di Signa esprimerà fra i suoi soci quattro amministratori della nuova società, di cui uno con funzioni di Vicepresidente; 

b) il Comitato Esecutivo della nuova società sarà composto da cinque membri, dei quali un membro espresso dalla Banca del Mugello – Credito Cooperativo, due membri espressi dalla Banca di Credito Cooperativo di Impruneta – Banco Fiorentino, due membri espressi dalla Banca di Credito Cooperativo di Signa, di cui uno con funzione di Presidente; 

c) il Collegio Sindacale della nuova società sarà composto da tre membri effettivi e due supplenti, così nominati: Banca del Mugello – Credito Cooperativo esprimerà il Presidente del Collegio, Banca di Credito Cooperativo di Impruneta – Banco Fiorentino esprimerà un membro effettivo ed un supplente; Banca di Credito Cooperativo di Signa esprimerà un membro effettivo ed un supplente; 

d) il Collegio dei Probiviri sarà composto dal Presidente, designato dalla Federazione Toscana a norma dello Statuto sociale, da un componente effettivo e da un supplente espressi dalla Banca di Credito Cooperativo di Impruneta – Banco Fiorentino e da un componente effettivo e da un supplente espressi dalla Banca di Credito Cooperativo di Signa. 

Per il secondo mandato successivo alla data di efficacia della fusione: 

a) il Consiglio di amministrazione della nuova società sarà composto da undici membri, incluso il Presidente, cosi nominati: quattro amministratori, di cui uno con funzioni di Presidente, saranno eletti fra i soci appartenenti alla zona di competenza territoriale della ex Banca del Mugello – Credito Cooperativo; tre amministratori, di cui uno con funzioni di Vicepresidente vicario, saranno eletti fra i soci appartenenti alla zona di competenza territoriale della ex Banca di Credito Cooperativo di Impruneta – Banco Fiorentino; quattro amministratori, di cui uno con funzioni di Vicepresidente, saranno eletti fra i soci appartenenti alla zona di competenza territoriale della ex Banca di Credito Cooperativo di Signa; 

b) il Comitato Esecutivo della nuova società sarà composto da cinque componenti, incluso il Presidente, così nominati: un membro sarà scelto fra quelli eletti fra i soci appartenenti alla zona di competenza territoriale della ex Banca del Mugello – Credito Cooperativo; due membri saranno scelti fra quelli eletti fra i soci appartenenti alla zona di competenza territoriale della ex Banca di Credito Cooperativo di Impruneta – Banco Fiorentino; due membri, di cui uno con funzioni di Presidente, saranno eletti fra quelli eletti fra i soci appartenenti alla zona di competenza territoriale della ex Banca di Credito Cooperativo di Signa; 

c) il Collegio Sindacale sarà composto da tre membri effettivi (tra cui il Presidente) e due supplenti così nominati: il Presidente del Collegio Sindacale sarà eletto dai soci appartenenti alla zona di competenza territoriale dell’ex Banca del Mugello – Credito Cooperativo; un membro effettivo ed un membro supplente saranno eletti dai soci appartenenti alla zona di competenza territoriale della ex Banca di Credito Cooperativo di Impruneta – Banco Fiorentino; un membro effettivo ed un membro supplente saranno eletti dai soci appartenenti alla zona di competenza territoriale della ex Banca di Credito Cooperativo di Signa; 

d) il Collegio dei probiviri sarà composto da tre membri effettivi, incluso il Presidente, e due supplenti così nominati: il componente con funzioni di Presidente sarà designato in conformità alle indicazioni della Federazione Toscana Banche di Credito Cooperativo; un componente effettivo ed uno supplente saranno indicati dai soci appartenenti alla zona di competenza territoriale della ex Banca di Credito Cooperativo di Impruneta – Banco Fiorentino; un componente effettivo ed un supplente saranno indicati dai soci appartenenti alla zona di competenza territoriale della ex Banca di Credito Cooperativo di Signa. 

Le disposizioni che precedono si applicano anche nel caso di sostituzione per qualsiasi motivo dei Presidenti e dei membri del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale. 

Ai fini dell’applicazione del presente articolo per “soci appartenenti alla zona di competenza territoriale” di ciascuna delle tre banche partecipanti alla fusione si intendono: 

a) per quanto riguarda i soci esistenti al momento della fusione, quelli già iscritti nel libro soci di almeno una banca o eventualmente anche in più di una (in tale ultimo caso per essi non sussisteranno limiti di elettorato attivo o passivo) 1); 

1 

b) per quanto riguarda i soci ammessi dopo la fusione: b1) quelli per i quali vi siano criteri di collegamento ex art. 34, comma 2 del TUB con una sola delle tre zone di competenza territoriale; b2) quelli che, avendo criteri di collegamento con più di una delle zone di competenza territoriale, abbiano, al momento dell’ammissione ed ai soli fini della applicazione delle norme transitorie, manifestato l’opzione per una delle tre zone di competenza territoriale o, in mancanza di tale manifestazione, siano stati assegnati ad una di esse mediante estrazione a sorte. Allo stesso modo saranno trattati i nuovi soci appartenenti a zone di competenza territoriale eventualmente acquisite dopo la data di decorrenza della fusione. 

In parziale deroga a quanto previsto al precedente articolo 27, la norma transitoria di cui al presente articolo 52 bis potrà essere modificata o soppressa dall’assemblea straordinaria dei soci della nuova società in prima convocazione con l’intervento, in proprio e per rappresentanza, di almeno un terzo dei soci aventi diritto al voto ed in seconda convocazione con l’intervento di almeno un quinto dei soci. E’ fatta salva l’ipotesi in cui l’assemblea deliberi l’approvazione di eventuali futuri progetti di fusione, ipotesi per la quale la soppressione o modifica della norma transitoria richiederà i quorum costitutivi previsti dall’articolo 27 del presente statuto sociale. 

In sede di applicazione della norma transitoria di cui al presente articolo 52-bis, resta fermo quanto previsto dall’art. 28-bis in relazione alle attribuzioni della Capogruppo. 

 


 

Documento di Autovalutazione

Si comunica che i moduli di presentazione delle candidature, sia singole che tramite lista, per il rinnovo delle cariche sociali sono disponibili  per i Soci presso la Segreteria di Direzione (Tel.  055/8830810 – PEC  segreteria.direzione@pec.bancofiorentino.it).