Lunedì 2 Dicembre: “Le Velo – L’Europa per lo sport”

Lunedì 2 Dicembre: “Le Velo – L’Europa per lo sport”

Saranno ancora una volta gli atleti, i dirigenti, i cronisti e le loro storie ad essere i veri protagonisti della ventitreesima edizione del Premio Internazionale “Le Velo – L’Europa per lo sport”, che lunedì 02 dicembre vedrà anche quest’anno premiare alcuni importantissimi nomi del panorama italiano ed internazionale tra sportivi, giornalisti, dirigenti sportivi.

Sette i premiati che incarnano per risultati, impegno, moralità e solidarietà gli ideali del Premio: Silvio Fauner, plurimedagliato ad olimpiadi e mondiali di sci di fondo e per anni DT della nazionale, membro del Gruppo Sportivo dei Carabinieri, oltre alla leggendaria impresa di Lillehammer, è stato anche tedoforo alle Olimpiadi di Torino 2006; Nicola Dutto, pilota professionista vittima di un grave incidente ha ricominciato a gareggiare, stabilendo diversi record come, primo paraplegico a competere nel Mondiale Desert Race, partecipa nel 2018 alla Parigi-Dakar, diventando il primo motociclista al mondo a risalire in moto per competere in una gara assieme ad altri piloti normodotati; Sara Meini, giornalista della Rai, terza radiocronista donna in assoluto di Tutto Il Calcio Minuto per Minuto, che si è fatta apprezzare per competenza e professionalità in un mondo ancora molto maschile; Wanny Di Filippo, eclettico patron de Il Bisonte Firenze, squadra della massima serie di Pallavolo Femminile, che si è fatto apprezzare per idee innovative e volontà di investire, realizzando un nuovo impianto dedicato alla pallavolo, nel mondo dello sport; Andrea Piccolo, campione europeo a cronometro, con numerosi successi anche in questa stagione, promessa del ciclismo azzurro, si appresta a salire nelle categorie maggiori con grandi aspettative; Giada Cavataio, campionessa mondiale di pattinaggio a rotelle, riesce a coniugare vita da atleta, ruolo di istruttrice e lo studio con ottimi risultati; Mattia Bani, giovane difensore mugellano del Bologna, con diverse presenze in A, anche con il Chievo, ha iniziato benissimo la sua stagione rossoblu anche con due gol all’attivo.

E come sempre non mancherà la beneficienza: questa volta l’assegno con il contributo del Premio andrà ad una realtà tutta mugellana. Sarà infatti sostenuto l’impegno degli Oranges Baskin, la squadra di basket inclusivo sorta in Mugello grazie all’impegno di STM Pallacanestro e Mugello 88, che permette a ragazzi con vari tipi di disabilità di fare attività inclusiva con ragazzi normodotati, un’esperienza molto apprezzata che sta riscuotendo adesioni da tutta la vallata.

A rendere possibile lo svolgimento del Premio, oltre al lavoro della commissione ed all’ospitalità della Fattoria il Palagio, l’impegno di sponsor come Banco Fiorentino.