ANT e Banco Fiorentino: primo bilancio prevenzione oncologica gratuita

ANT e Banco Fiorentino: primo bilancio prevenzione oncologica gratuita

Estremamente positivo il bilancio dei primi quattro mesi di appuntamenti con la prevenzione oncologica gratuita di Fondazione ANT, resi possibili dal sostegno del Banco Fiorentino

Il programma è iniziato nel mese di marzo con le tre giornate di visite gratuite di Progetto melanoma ANT organizzate presso l’Istituto di Bioscienze a Borgo San Lorenzo, attraverso le quali ANT ha potuto garantire 90 visite dermatologiche per la diagnosi precoce e prevenzione dei tumori della pelle ai cittadini residenti nei Comuni del Mugello. Il melanoma colpisce in prevalenza l’età media, nel 20% dei casi purtroppo anche soggetti tra i 15 ed i 39 anni. La prevenzione di questa malattia, la cui incidenza varia da 12 a 20 casi all’anno per 100.000 abitanti, è l’unica arma veramente efficace per combatterla.

Fra marzo e giugno, inoltre, a Villa Donatello, Fondazione ANT ha organizzato le prime 5 sessioni di Progetto Ginecologia, dedicate alle cittadine di tutta la nostra regione, per un totale di 30 visite ginecologiche gratuite, con ecografia transvaginale e PAP test. Altre 5 sessioni saranno organizzate fra settembre e dicembre.

Il progetto Ginecologia è mirato a farediagnosi precoce per i tumori dell’utero (collo e corpo) e delle ovaie.

Fondazione ANT porta in tutta Italia i progetti di prevenzione oncologica gratuita, offrendo ogni anno oltre 20.000 visite e controlli gratuiti per la diagnosi precoce di diverse patologie tumorali. 

Non posso che ringraziare il Banco Fiorentino per aver deciso di sostenerci anche quest’anno, come fa da molti anni e, Villa Donatello, che è ormai al nostro fianco dal 2016 – ha detto Simone Martini, Delegato ANT di Firenze – Vorrei riprendere le recenti dichiarazioni della nostra Presidente Pannuti. Sei persone su dieci in Italia, nel 2018, sono state costrette a rinunciare a cure specialistiche ed esami e tra queste, il 31% ha messo da parte la prevenzione, come ha evidenziato lo studio dell’Osservatorio sul bilancio di welfare delle famiglie italiane di MBS Consulting – spiega Raffaella Pannuti, presidente ANT –Fondazione ANT da sempre si impegna per rendere alla portata di tutti la cultura della prevenzione oncologica, informando, sensibilizzando e soprattutto erogando ogni anno visite di prevenzione in diversi ambiti. Tutto questo non sarebbe possibile senza il contributo di grandi aziende e privati cittadini che ci sostengono in questa importante attività con le proprie donazioni.

Per conoscereil calendario mensile delle visite è possibile visitare la sezione Prevenzione del sito ant.it/toscana.

Per saperne di più sulle attività di Fondazione ANT a Firenze e in Toscana, è possibile chiamare la sede di Firenze al n. 055.5000210.

 Fondazione ANT

Nata nel 1978 per opera dell’oncologo Franco Pannuti, dal 1985 a oggi Fondazione ANT Italia ONLUS – la più ampia realtà non profit per l’assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore e la prevenzione gratuite – ha curato circa 130.000 persone in 11 regioni italiane (Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Toscana, Lazio, Marche, Campania, Basilicata, Puglia, Umbria). Ogni anno 10.000 persone vengono assistite nelle loro case da 20 équipe multi-disciplinari ANT che assicurano cure specialistiche di tipo ospedaliero e socio-assistenziale, con una presa in carico globale del malato oncologico e della sua famiglia. Sono complessivamente 520 i professionisti che lavorano per la Fondazione (medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, farmacisti, operatori socio-sanitari etc.) cui si affiancano oltre 2.000 volontari impegnati nelle attività di raccolta fondi necessarie a sostenere economicamente l’operato dello staff sanitario. Il supporto offerto da ANT affronta ogni genere di problema nell’ottica del benessere globale del malato. A partire dal 2015, il servizio di assistenza domiciliare oncologica di ANT gode del certificato di qualità UNI EN ISO 9001:2008 emesso da Globe s.r.l. e nel 2016 ANT ha sottoscritto un Protocollo d’intesa non oneroso con il Ministero della Salute che impegna le parti a definire, sostenere e realizzare un programma di interventi per il conseguimento di obiettivi specifici, coerenti con quanto previsto dalla legge 15 marzo 2010, n. 38 per l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. ANT è inoltre da tempo impegnata nella prevenzione oncologica con progetti di diagnosi precoce del melanoma, delle neoplasie tiroidee, ginecologiche e mammarie. Dall’avvio nel 2004 sono stati visitati gratuitamente 196.000 pazienti in 90 province italiane. Le campagne di prevenzione si attuano negli ambulatori ANT presenti in diverse regioni, in strutture sanitarie utilizzate a titolo non oneroso e sull’Ambulatorio Mobile – BUS della Prevenzione. Il mezzo, dotato di strumentazione diagnostica all’avanguardia (mammografo digitale, ecografo e videodermatoscopio) consente di realizzare visite su tutto il territorio nazionale. ANT opera in Italia attraverso 120 delegazioni, dove la presenza di volontari è molto attiva. Alle delegazioni competono, a livello locale, le iniziative di raccolta fondi e la predisposizione della logistica necessaria all’assistenza domiciliare, oltre alle attività di sensibilizzazione. Prendendo come riferimento il 2017, ANT finanzia la maggior parte delle proprie attività grazie alle erogazioni di privati cittadini (28%) e alle manifestazioni di raccolta fondi organizzate (25%) al contributo del 5×1000 (15%) a lasciti e donazioni (12%). Il 15% di quanto raccoglie deriva da fondi pubblici. Uno studio condotto da Human Foundation sull’impatto sociale delle attività di ANT, ha evidenziato che per ogni euro investito nelle attività della Fondazione, il valore prodotto è di 1,90 euro. La valutazione è stata eseguita seguendo la metodologia Social Return on Investment (SROI). ANT è la 9^ Onlus nella graduatoria nazionale del 5×1000 nella categoria del volontariato. Fondazione ANT opera in nome dell’Eubiosia (dal greco, vita in dignità).

30 Giugno: Inaugurazione nuova filiale San Mauro a Signa

30 Giugno: Inaugurazione nuova filiale San Mauro a Signa

Domenica 30 Giugno si terrà a San Mauro a Signa, in Largo della Misericordia n°10 l’inaugurazione della nuova filiale del Banco Fiorentino.

Il trasferimento della filiale nei nuovi spazi rientra nel programma di razionalizzazione e sviluppo della rete sportelli della banca. L’occasione di incontro ci consentirà di illustrare a tutti gli intervenuti le soluzioni adottate per rendere lo sportello bancario più vicino alle esigenze della moderna operatività bancaria.

Con l’occasione celebreremo inoltre i cento anni della Cassa Rurale ed Artigiana di Signa, nata nel 1919.

Programma della giornata

17:30: Santa Messa

18:30: Benedizione locali e taglio del nastro

a seguire: Apericena per tutti gli intervenuti

San Mauro a Signa, la filiale si sposta in Largo della Misericordia

San Mauro a Signa, la filiale si sposta in Largo della Misericordia

Gentile Socio, gentile Cliente

vogliamo informarti che la nostra filiale di San mauro a Signa verrà trasferita in nuovi locali, in Largo della Misericordia n° 10, il prossimo venerdì 14 giugno 2019.

La nuova sistemazione dell’unità rientra nel piano di razionalizzazione e sviluppo della rete sportelli della banca e mira ad offrire un servizio migliore in termini di accoglienza del cliente e di rispetto della privacy.

Il trasferimento avverrà nel corso di un fine settimana, in modo da arrecare il minor disagio possibile ai soci ed alla clientela. Per le attività di trasloco il servizio al pubblico sarà interrotto limitatamente all’intera giornata di venerdì 14 giugno.

La invitiamo a mettersi in contatto con il personale della filiale per eventuali particolari necessità che dovesse avere in agenda per quel periodo. Il titolare e i suoi collaboratori troveranno le soluzioni più idonee a soddisfare comunque le sue esigenze.  

Tenga presente che per ogni eventuale urgenza che dovesse verificarsi saranno operative tutte le altre nostre filiali i cui riferimenti telefonici sono rinvenibili su questo sito.

Siamo certi che la nostra decisione, pur modificando un po’ le sue abitudini, sarà da Lei compresa ed apprezzata e che i nostri rapporti continueranno a svilupparsi con reciproca soddisfazione.

Con l’occasione Le inviamo cordiali saluti. 

Estate con Fondazione ANT: continuano gli appuntamenti di prevenzione oncologica

Estate con Fondazione ANT: continuano gli appuntamenti di prevenzione oncologica

Durante l’estate continueranno gli appuntamenti con la prevenzione oncologica, a cura di Fondazione ANT, nella nostra regione e non si ferma il servizio di assistenza domiciliare gratuita e specializzata per i malati oncologici, attivo 24 ore su 24, 365 giorni l’anno. L’assistenza specializzata e gratuita sarà attiva anche nel periodo estivo, grazie al lavoro di 9 medici, 7 infermiere e 4 psicologhe che sono professionisti retribuiti da ANT e che coprono le richieste delle famiglie residenti nell’area di Firenze, Prato, Pistoia, Massa e una parte della Provincia di Lucca.

Il servizio di Fondazione ANT è partito a Firenze nel lontano 1995 e, da allora, in Toscana, sono stati seguiti nelle loro case 6554 pazienti.

Il programma di prevenzione del mese di giugno prevede il seguente calendario, per il quale ricordiamo che le visite organizzate a Villa Donatello sono state rese possibile dal contributo del Banco Fiorentino.

Progetto Ginecologia – Sabato 8 giugno presso Villa Donatello, via Attilio Ragionieri 101 Sesto Fiorentino. Sono disponibili 6 visite per le cittadine di tutta la Toscana prenotabili dal 30 maggio al 6 giugno al numero 3483102881 dalle 9,30 alle 13,00, fino esaurimento posti.

Progetto Mammella – Mercoledì 12 giugno per donne sotto i 45 anni, presso Villa Donatello, via Attilio Ragionieri 101 Sesto Fiorentino. Sono disponibili 12 visite senologiche con ecografia mammaria per le cittadine di tutta la Toscana prenotabili dal 4 al 14 giugno al numero 3483102881 dalle 9,30 alle 13 escluso il week end fino esaurimento posti.

Progetto Mammella Massa 14 giugno per donne sotto i 45anni, presso Studio Radiologico Mergoni, Piazza Garibaldi 9/3. Sono disponibili 16 visite, da prenotare telefonando al n. 0585 040532 fino a esaurimento posti.

Per conoscere il calendario mensile delle visite è possibile visitare la sezione Prevenzione del sito ant.it/toscana.

Per saperne di più sulle attività di Fondazione ANT a Firenze e in Toscana, è possibile chiamare la sede di Firenze al n. 055.5000210.

Contatto stampa locale Livia Seravalli, 055.5000210,3486563274, livia.seravalli@ant.it

Tour del Messico Coloniale e Mar dei Caraibi

Tour del Messico Coloniale e Mar dei Caraibi

Lasciati conquistare dal fascino coloniale delle più belle cittadine del Messico grazie a questo tour di gruppo con guida in italiano pensata su misura per i soci del Banco Fiorentino.

Qui puoi scaricare la brochure con il programma completo e tutte le indicazioni su costi e informazioni utili.

Banco Fiorentino: approvato il Bilancio 2018

Banco Fiorentino: approvato il Bilancio 2018

Calenzano 19 Maggio 2019_ Si è tenuta stamani presso la sede Centrale di Calenzano l’Assemblea dei Soci del Banco Fiorentino per l’approvazione del Bilancio 2018.

Ampia la partecipazione dei soci che hanno approvato all’unanimità il Bilancio presentato dal Presidente Paolo Raffini, dal Direttore Generale Davide Menetti con Roberto Matteuzzi, Presidente del Collegio del Banco Fiorentino e l’Avvocato Simone Pistelli, in rappresentanza della Federazione Toscana delle Banche di Credito Cooperativo.

Un bilancio che mostra tutta la solidità di una banca con 160 milioni di euro di patrimonio, che lo scorso anno ha erogato oltre 122 milioni di finanziamenti, a famiglie e imprese.

Nelle parole del Presidente Raffini si è confermata l’importanza dell’ingresso nel Gruppo ICCREA e la vicinanza al territorio: “Il Gruppo ICCREA rappresenta per la nostra banca e per tutto il sistema del Credito Cooperativo un importante strumento a sostegno della nostra attività nei servizi e nei prodotti a favore di soci e clienti, nonché per la messa in sicurezza dell’intero sistema del Credito Cooperativo. Ci aspettiamo che ICCREA possa anche fornirci un valido contributo per la realizzare la cosiddetta banca online per i più giovani”.

Il Presidente Raffini e l’avvocato Pistelli auspicano, inoltre, che in futuro il Credito Cooperativo possa divenire un unico gruppo nazionale.

L’assemblea ha, infine, confermato il Consiglio uscente per il prossimo triennio.

Il Presidente ha concluso il suo intervento ringraziando i soci per la fiducia accordata.

 

Presentato alla Stampa il Bilancio 2018

Presentato alla Stampa il Bilancio 2018

Il Banco Fiorentino – Mugello Impruneta Signa – ha presentato alla stampa il bilancio d’esercizio chiuso al 31.12.2018 che verrà sottoposto all’approvazione dell’Assemblea dei soci.

L’esercizio 2018 si è chiuso con un utile netto di 2,514 milioni di euro, in leggera flessione rispetto all’esercizio precedente per effetto di componenti straordinarie connesse all’adozione dei principi contabili IFRS9 e per accantonamenti significativi operati al fondo di solidarietà per il sostegno al reddito a seguito dell’esodo volontario  di alcuni dipendenti.

La raccolta totale da clientela risulta pari a 1.431 milioni di euro di cui 1.096 milioni di euro di raccolta diretta; gli impieghi a famiglie e imprese si attestano a 888,87 milioni di euro netti.

Il risultato d’esercizio è ancora più interessante se messo in relazione agli indici di qualità del credito tra cui emerge la copertura dei crediti deteriorati, passati dal 51,91% del 2016 al 58,01% del 2017, fino al 62% del 2018 con un incremento del 4% sull’anno precedente.

Il Gross NPL Ratio scende al 18.50%, con una diminuzione del 2% rispetto al 2017.

Il Texas Ratio si attesta al 47.80% con una diminuzione del 8,3% rispetto all’anno precedente.

Il Cost Income rimane sostanzialmente invariato, al 57.94%.

La nostra banca presenta un rapporto tra fondi propri e totale delle attività di rischio ponderate (CET 1 RATIO) pari a 17.51% che avuto riguardo ai minori assorbimenti dovuti all’ingresso nel Gruppo Bancario ICCREA, si ridetermina nel 19.82%.

Il rapporto tra le masse di denaro che la banca raccoglie dalla clientela e quelle che impiega finanziando imprese e privati è pari a 79.22%.

Le spese amministrative nel 2018 sono scese di 520.553 € (pari al 4.16%) rispetto all’anno precedente e le spese per il personale, al netto degli accantonamenti operati al fondo di solidarietà per esodi anticipati, diminuiscono del 5.16% (pari a 957.629 €)

La quota degli impieghi erogati fuori zona di competenza è di 2.75% per cento (il limite ai fini della vigilanza cooperativa è pari al 5 per cento).

Il Liquidity Coverage Ratio (LCR), coefficiente di liquidità della banca calcolato secondo le disposizioni di Basilea 3, è pari a 187%, mentre il Net Stable Funding Ratio (NSFR), indicatore strutturale di liquidità a medio-lungo termine, è pari a 145%.

Risultati che attestano, in modo chiaro, la solidità patrimoniale del Banco Fiorentino, a maggior ragione in una fase di grande incertezza economica e di rallentamento sul piano della crescita, e che rappresentano un indicatore significativo per clienti e soci, famiglie e imprese.

Il Banco Fiorentino mantiene la propria rotta in linea con i principi contabili vigenti, promuovendo, al centro della propria attività, i valori caratteristici del Credito Cooperativo. La banca che lo scorso 2 dicembre, a seguito dell’Assemblea ordinaria e straordinaria dei soci del Banco Fiorentino, è entrata nel Gruppo Bancario Cooperativo ICCREA (con 1368 voti favorevoli su 1371) anche nell’anno appena passato ha saputo garantire un fondamentale sostegno economico a famiglie e piccole e medie imprese del territorio, svolgendo il suo ruolo nella promozione del tessuto sociale ed economico locale, con particolare riguardo all’economia reale.

Il Banco Fiorentino si conferma quindi realtà dinamica e solida al tempo stesso. Nato dalla fusione di tre BCC con cento anni di esperienza nel settore della cooperazione di credito, estende la sua operatività dall’alto Mugello alle colline del Chianti, da Firenze fino a Pisa, passando dalla piana fiorentina, all’empolese val d’Elsa, al comprensorio del cuoio.

Alcuni numeri significativi: la Banca copre un territorio di 56 comuni di competenza territoriale, distribuiti su 7 province con 29 sportelli attivi, 232 dipendenti e 46 ATM.

Il Banco Fiorentino, infine, ha sostenuto numerosissime iniziative culturali, sportive, di volontariato e di promozione della cooperazione.  Su tutto il territorio di competenza, la responsabilità sociale della banca ha riversato oltre 780.000 euro a sostegno delle varie attività.

Progetto Ginecologia. Banco Fiorentino con ANT

Progetto Ginecologia. Banco Fiorentino con ANT

Fondazione ANT Italia Onlus organizza con il sostegno del Banco Fiorentino, a Sesto Fiorentino (Fi), controlli gratuiti per la prevenzione dei tumori ginecologici.

Progetto Ginecologia Toscana (totale 6 visite):

Sabato 18 maggio Villa Donatello, via Attilio Ragionieri 101 Sesto Fiorentino. Sono 6 visite in orario 9-12,30, per le cittadine di tutta la Toscana prenotabili da 10 a 16 maggio al 3483102881 dalle 9,30 alle 13,00  escluso il week end fino esaurimento posti.

Per tutte le informazioni è possibile consultare il sito di ANT.

 

Tour della Terra Santa dal 28 Settembre al 3 Ottobre 2019

Tour della Terra Santa dal 28 Settembre al 3 Ottobre 2019

Il Banco Fiorentino organizza per i suoi soci un tour della Terrasanta, qui di seguito il programma dettagliato e tutte le informazioni utili.

PROGRAMMA

28 settembre sabato  – FIRENZE/FRANCOFORTE/TEL AVIV

Ritrovo dei Sigg. Partecipanti presso l’aeroporto di A. Vespucci di Firenze Peretola in tempo utile per le operazioni di imbarco per il volo AIR DOLOMITI (LUFTHANSA) EN 8861 delle 06.40  per Francoforte. Arrivo a Francoforte alle ore 8.15, cambio di aeromobile e partenza con volo LUFTHANSA LH686 delle ore 10.20 per Tel Aviv. Arrivo alle ore 15.25, ora locale, disbrigo delle formalità di sbarco ed incontro con la guida Italiana per il trasferimento privato all’albergo:  LEONARDO CITY TOWER

Pomeriggio visita guidata a Giaffa:

Giaffa è il porto storico della regione sul Mar Mediterraneo. L’Antico Testamento la menziona come il porto di arrivo del cedro del Libano usato per la costruzione del Tempio di Salomone. Anche durante il Medio Evo rimase il più importante porto della zona, frequentato dai mercanti europei e dai pellegrini che visitavano la Terra Santa. Oggigiorno la sua importanza di scalo marittimo non è più la stessa, ma il suo nome rimane famoso per via delle arance e dei pompelmi “di Giaffa

Rientro a Tel Aviv. Cena e pernottamento in albergo.

29 settembre  domenica – TEL AVIV/CESAREA/HAIFA/ACCO/GERUSALEMME

Prima colazione in albergo. Al mattino partenza con autobus privato e guida in italiano per l’escursione di un’intera giornata verso Acco, percorrendo la costa mediterranea, con fermata agli scavi di Cesarea, città principale della Palestina romana, dove fu arrestato l’apostolo San Paolo. Si procede per Haifa, per grandezza la terza città d’Israele e per fascino uno delle più interessanti del Mediterraneo orientale. Sosta al Monte Carmelo. Seconda colazione in ristorante in corso di viaggio. Dopo essere passati per l’antica città portuale di Acco, si proseguirà per Gerusalemme. 

Cesarea di Palestina, antica città portuale, fu fondata dal re Erode il Grande fra il 25  e il 13 a.c.. Fu la capitale politica e militare della Giudea e vi risiedeva il procuratore e governatore romano. Secondo gli Atti degli Apostoli, l’apostolo Pietro vi battezzò il cen turione Cornelio (il primo pagano ad entrare nella comunità cristiana) e l’apostolo Paolo vi soggiorno spesso e vi fu imprigionato per due anni prima id essere trasferito a Roma. Qui nel 1961 vene rinvenuta  la famosa iscrizione dove è menzionato Ponzio Pilato.

Haifa (conosciuta in Italiano anche come Caifa) è una vivace città di circa 264.000 abitanti, importante porto e centro industriale. Fondata nell’antichità in una baia naturale  ai piedi del Monte Carmelo è citata nel Talmud. In una zona ormai inglobata nella città si trova la grotta, dove, secondo la tradizione, avrebbe dimorato il Profeta Elia. Sarà possibile dare un colpo d’occhio sul Tempio Bahai, la religione nata verso la metà del XIX secolo e che conta circa sette milioni di fedeli sparsi nel mondo.

Il Monte Carmelo è l’estrema propaggine nordoccidentale dell’omonima catena montuoso, diventato, a seguito del recente sviluppo demografico uno dei quartieri della città di Haifa. Secondo la Bibbia fu luogo di residenza del Profeta Elia (IX secolo a.C.) che qui sfidò e vinse un gruppo di profeti del dio Baal. Nel XIII secolo, sull’esempio di Elia, vi si ritirò un gruppo di monaci cristiani, per condurvi una vita di contemplazione; da questi monaci nacque l’Ordine dei Carmelitani che sviluppò una grande devozione verso le Madonna (la Madonna del Carmelo, venerata in tutto il mondo cattolico).

Acco è l’antica città di San Giovanni d’Acri, l’ultimo caposaldo crociato in Terra Santa, caduto nel 1291. Conserva ancora possenti mura rifatte in epoca mamelucca e la chiesa edificata dai crociati.

Arrivo nel tardo pomeriggio e sistemazione nelle camere riservate dell’albergo:

LADY STERN

Cena e pernottamento in albergo.

30 settembre  lunedì – GERUSALEMME

Prima colazione in albergo.  Al mattino inizio della visita della città, sempre con guida in Italiano e trasferimenti in bus. Si vedranno il Monte degli Ulivi e la Città Vecchia. Cena e pernottamento in albergo.

Si comincia con la panoramica dal Monte degli Ulivi (Har Ha-Zetim), luogo veneratissimo dai Cristiani fin dai primi secoli e dove sorgono numeroso chiese: la chiesa greco-ortodossa del Viri Galilaei, il monastero russo di S.Maria Maddalena, l’Edicola dell’Ascensione, la Basilica del Sacro Cuore col chiostro del Pater Noster, la chiesa francescana del Dominus Flevit. Si visita poi il Getsemani con la Tomba della Madonna, la Grotta dell’Arresto e la Chiesa di Tutte le Nazioni.

La visita prosegue con la Sharar Harayot o Bab Sitti Maryam (Porta dei Leoni o Porta di S.Stefano) dove secondo la tradizione S.Stefano fu trascinato fuori della città e martirizzato. Vicino si trovano la Chiesa di Sant’Anna, risalente all’epoca crociata, edificata sul luogo dove secondo la tradizione sorgeva la Casa di S.Anna e di S.Gioacchino; l’altura di Bethesda con la piscina probatica; la Via Dolorosa, percorsa secondo la tradizione da Gesù nella Sua andata al Calvario (altrettante Cappelle segnano il luogo delle prime nove stazioni della Via Crucis, le altre tre stazioni si trovano all’interno della Basilica del Santo Sepolcro); l’Arco dell’ Ecce Homo.

La Basilica del Santo Sepolcro è un composito edificio, ricostruito e modificato più volte nel corso dei secoli, che riunisce in un unico corpo architettonico i luoghi della morte, della sepoltura e della resurrezione di Cristo; per i Cristiani luogo santo per eccellenza, la basilica è divisa principalmente fra tre confessioni più importanti (Cattolici rappresentati dai Francescani, Greco-Ortodossi e Armeni), mentre parti minori sono gestite da Siro-Giacobiti, Etiopi e Copti.

Al “Monte” Sion, altro luogo santo di Gerusalemme, si trovano la Chiesa della Dormizione di Maria (secondo la tradizione luogo della morte della Vergine) e il Cenacolo; quest’ultimo è probabilmente il più contestato dei luoghi sacri e il simbolo delle varie stratificazioni religiose: luogo secondo la concorde tradizione cattolica e greco-ortodossa dell’Ultima Cena di Gesù, della Pentecoste e delle prime riunioni degli Apostoli (in effetti recenti scavi hanno provato che si trova sul sito di una sinagoga-chiesa appartenente ad una comunità giudeo-cristiana), fu trasformato nel 1524 in moschea e attualmente è al piano inferiore una Sinagoga dove gli Ebrei venerano la tomba di David e al piano superiore una moschea sconsacrata; invano da secoli i Frati Francescani ne rivendicano il possesso.

Altri luoghi importanti sono il Muro Occidentale (comunemente noto come Muro del Pianto, perché gli Ebrei vi ricordano la distruzione del Tempio), porzione delle mura di contenimento della spianata del Tempio; lo spazio davanti al muro è attualmente una sinagoga a cielo aperto, centro religioso ebraico di Gerusalemme, meta di pellegrinaggi da tutto il mondo. Una porta a sud del Muro occidentale dà accesso alla spianata del Tempio (il più delle volte è interdetto e, quando è consentito, lo è solo a determinati orari e con molte formalità, che scoraggiano la visita), luogo sacro per Ebrei, Cristiani e Musulmani; vi si trovano due fra i più importanti santuari musulmani: la Moschea di el-Aqsa  e la Moschea di Omar o Cupola della Roccia (da un po’ di tempo non è più permesso ai non musulmani l’ingresso nelle due moschee). 

La Cattedrale Armena di S. Giacomo (aperta solo per 15 minuti al giorno), segna il centro del quartiere armeno nell’angolo sud-occidentale della città vecchia. 

01 ottobre  martedì – GERUSALEMME 

Prima colazione in albergo.  Al mattino visita della parte moderna di Gerusalemme.

La parte moderna di Gerusalemme, edificata dagli Israeliani, è simile a una capitale europea. Vi si trovano lo Yad Vashem, memoriale dedicato ai sei milioni di vittime ebree della Shoà (lo sterminio nazista); la Knesset, edificio del Parlamento israeliano aperto nel 1966; la zona dei ministeri; il Museo d’Israele, enorme complesso costituito da vari edifici, fra cui il Santuario del Libro, dove sono conservati i famosi manoscritti del Mar Morto, scoperti nel 1947 nelle grotte di Qumran sul Mar Morto

Seconda colazione in corso di visita, cena e pernottamento in albergo.

02 ottobre  mercoledì – GERUSALEMME/MASSADA/MAR MORTO

Prima colazione in albergo. Al mattino partenza con bus privato e guida in italiano per partenza per il Mar Morto. Sosta a Qumran, dove furono ritrovati i rotoli del Mar Morto conservati ed esposti al Museo d’Israele. Proseguimento per Masada e visita della Fortezza erodiana. Seconda colazione in ristorante in corso di viaggio.

Qumran, località sulla riva occidentale del Mar Morto vicino alle rovine di Gerico, è diventata famosa in seguito alla scoperta, avvenuta nel 1947, dei così detti “Manoscritti del Mar Morto”(papiri antichissimi racchiusi in anfore) e dei resti di una comunità monastica degli Esseni (una particolare scuola ebraica dei secoli intorno alla nascita del Cristianesimo). Il luogo sembra essere stato abbandonato prima che nel 68 a.C. avessero inizio le vicende belliche che portarono alla dominazione romana.

La poderosa fortezza di Masnada, costruita in alto dal re Erode il Grande, fu il luogo dove nel 73 d.C. si rifugiarono gli Ebrei Zelati per un’ultima disperata resistenza contro i Romani.

Il Mar Morto è propriamente un lago, situato fra Israele, Territori Palestinesi e Giordania. Si trova nella depressione più profonda della Terra. L’acqua troppo salata non consente alcuna forma di vita, fatta eccezione per i batteri, e per questo motivo si chiama Mar Morto. La forte densità dell’acqua permette a chiunque di galleggiare senza sforzo alcuno, ma rende molto difficile e sconsigliabile la pratica del nuoto. È un mare chiuso che ha come immissari il fiume Giordano e altri corsi d’acqua minori, senza avere alcun emissario. Le qualità curative delle sue acque erano conosciute fin dal tempo dei Romani e ancora oggi sono sfruttate soprattutto per le malattie della pelle

Arrivo sul Mar Morto, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento in albergo.

03 Ottobre giovedì – MAR MORTO/TEL AVIV/FRANCOFORTE/FIRENZE 

Prima colazione in albergo. Parte della mattinata dedicata al relax. Successivamente trasferimento con autobus privato a Tel Aviv in tempo utile per la partenza del volo LUFTHANSA LH 687 delle ore 16.30 per Francoforte. Arrivo alle ore 19.55, cambio di aeromobile e proseguimento con volo EN8860 delle ore 21.10 per Firenze.

Arrivo a Firenze alle ore 22.40, disbrigo delle formalità doganali e di sbarco e termine del viaggio.

 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

SOCI: €. 2.240,00

NON SOCI: €. 2.450,00

(basata sulla partecipazione di almeno 25 persone)

CAMERA SINGOLA €. 595,00

La quota comprende:

  • Viaggio aereo come indicato nel programma, da Firenze a Tel Aviv e ritorno, con aviogetti di linea in classe economy, tasse sul biglietto aereo comprese.
  • Trasporto del bagaglio nei viaggi aerei in franchigia fino a Kg. 20 per persona e di un bagaglio a mano delle dimensioni massime di 55x35x25 e peso inferiore a 8 kg.
  • Accoglienza ed assistenza in Israele all’aeroporto di arrivo e di partenza.
  • Sistemazione per 5 notti in Israele in camere doppie con bagno, in alberghi di prima categoria (classificazione locale, equivalente a categoria 4 stelle).
  • Tutti i pasti in Israele dalla cena del primo giorno (28 settembre) alla prima colazione dell’ultimo giorno (3 ottobre)
  • ½ litro d’acqua ai pasti per persona
  • Trasferimenti, visite ed escursioni in Israele secondo l’itinerario indicato nel programma, in pullman privato da turismo climatizzato.
  • Assistenza per tutti i trasferimenti, le escursioni e le visite in Israele di guida locale parlante Italiano.
  • Ingressi a monumenti e musei ove previsto (a seguito di situazioni imprevedibili, potrebbero verificarsi delle variazioni riguardo ai monumenti visitabili).
  • Facchinaggio negli aeroporti e negli alberghi.
  • Assistenza di persona di fiducia della Società Organizzatrice per l’intera durata del viaggio.
  • Assicurazione Amiassistance sanitaria + bagaglio.

La quota non comprende:

  • I pasti (salvo la prima colazione) dell’ultimo giorno
  • Le mance.
  • Ogni extra in genere di carattere personale e quant’altro non espressamente indicato nel programma o alla voce Comprende.

INFORMAZIONI  UTILI

DOCUMENTI – È necessario che il Passaporto abbia una validità di almeno 6 mesi dalla data di effettuazione del viaggio. Il Visto viene rilasciato gratuitamente all’aeroporto di arrivo in Israele. La polizia di frontiera è disposta a non mettere il timbro del Visto sul Passaporto, solo nel caso in cui il passeggero arrivi con il modulo “L 17” già compilato in ogni sua parte. Il modulo “L 17” è reperibile solo al posto di polizia all’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv, appena prima del controllo passaporti. Quindi i passeggeri che desiderano non avere il timbro del Visto sul Passaporto devono presentarsi premuniti di detto modulo. 

 

Si ricorda che è necessario prenotare il viaggio entro il 31 Maggio contattando l’Ufficio Soci del Banco Fiorentino.

dal 3 al 7 settembre: tour di praga e dei castelli della Boemia

dal 3 al 7 settembre: tour di praga e dei castelli della Boemia

Il Banco Fiorentino organizza per i suoi soci un viaggio a Praga con visita ai castelli della Boemia, qui di seguito tutte le informazioni e il programma completo.

1° giorno – Martedì 03 Settembre 2019 Bologna – Praga 

Al mattino ritrovo dei partecipanti nei vari punti salita e partenza per Aeroporto Bologna. Arrivo a Bologna, disbrigo delle formalità doganali e imbarco sul volo. Arrivo a Praga e trasferimento direttamente presso il ristorante per il pranzo. Incontro con la guida e giro orientativo della città prima di imbarcarsi su un battello navigare sul Moldavia. Al termine della minicrociera trasferimento in hotel, sistemazione nelle camere, cena e pernottamento. 

2° giorno – Mercoledì 04 Settembre 2019 – Praga 

Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata alla visita guidata di Praga, iniziando dalla città vecchia con la Chiesa di Tyned il famoso Orologio Astronomico, che attira sempre tanti turisti. Si prosegue con la Chiesa barocca di San Nicola, il Kinsky Palace in stile rococò e la casa di pietra di Bell, un palazzo gotico del 14° secolo. Si arriva nel viale Parizska, che coi suoi negozi e ristoranti di lusso conduce al Quartiere Ebraico. All’interno si trovano il Museo Ebraico, la Sinagoga Maisel, La Sinagoga Pinkas (Memoraile dell’Olocausto), la bella Sinagoga Spagnola, il vecchio cimitero ebraico. Al termine della visita pranzo in ristorante. Dopo pranzo proseguimento verso la città nuova, da Piazza San Venceslao, il Teatro Estates, dove Mozart ha diretto la prima del suo Don Giovanni, la gotica Torre delle Polveri e la Casa Comunale, uno dei più famosi edifici Art Nouveau. Al termine, cena in birreria tipica con spettacolo. Rientro in hotel per il pernottamento. 

3° giorno – Giovedì 05 Settembre 2019 – Praga – Castello di Karlstejn e Konopiste – Praga (km 168) 

Prima colazione in hotel. In mattinata partenza per la visita guidata del Castello di Karlstein, il più importante di una serie di castelli che vennero commissionati da Carlo IV, ed in particolare questo venne scelto per custodire i tesori reali della Corona del Sacro Romano Impero. La costruzione del castello iniziò nel 1348 e terminò nel 1365, anno in cui fu consacrata la Cappella della Santa Croce nella Torre Grande. Nel 1355 Carlo IV soggiornò al castello per supervisionare i lavori di costruzione e la decorazione degli interni, in particolar modo quella delle cappelle del castello. E’ molto suggestiva l’originale disposizione degli edifici, che procedendo dal basso verso l’alto acquistano importanza. Nel livello inferiore troviamo il borgo del castello, mentre salendo si incontrano la torre dell’orologio ed il maestoso Palazzo Imperiale. La vetta del castello è rappresentata dal Mastio centrale, ovvero la Grande Torre alta ben 60 metri che domina tutto il panorama. La parte più bella del castello è la Cappella della Santa Croce, dedicata alla Passione di Gesù, sotto la cui volta erano nascosti i tesori reali e i gioielli della corona. Tra le stanze dell’immenso castello ci sono poi la Sala del Cavaliere, la Sala delle Udienze, la camera da letto di Carlo IV e la Camera dei Gioielli, dove è esposta anche una copia della corona di San Venceslao. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento per la visita del Castello Konopiste, uno dei più belli della Boemia, impreziosito da un’enorme collezione di armi, mobili. Attraverseremo lo spettacolare paesaggio che da Karlstein arriva all’ex residenza dell’arciduca Francesco Ferdinando d’Austria. Rientro a Praga per la cena in hotel e pernottamento. 

4° giorno – Venerdì 06 Settembre 2019 – Praga 

Prima colazione in hotel. Intera giornata dedicata al proseguimento della visita della città iniziando da Castello di Praga che comprende: il Monastero di Strahov, uno dei più antichi monasteri del mondo, Piazza castello, il Vecchio Palazzo reale, La Cattedrale di San Vito e la Basilica di San Giorgio, la chiesa più antica sopravvissuta nel complesso del castello. Si proseguirà fino ad arrivare nel quartiere di Mala’ Strana dove si farà il pranzo in ristorante. Proseguimento della visita verso il fiume ed il Ponte Carlo, il più antico di Praga che collega la città Piccola alla città Vecchia, da dove si può godere di un suggestivo panorama e di un’atmosfera vivace con musicisti ed artisti. Rientro in hotel per rinfrescarsi e partenza per la cena in un tipico ristorante Boemo. Rientro in hotel per il pernottamento. 

5° giorno – Sabato 07 Settembre 2019 – Praga Bologna 

Dopo la prima colazione rimarrà un po’ di tempo per gli ultimi acquisti prima del trasferimento per l’aeroporto di Praga. Disbrigo delle formalità doganali e imbarco sul volo per Bologna 12:20. Arrivo a Bologna, ritiro dei bagagli, e trasferimento per Mugello/Firenze.

OPERATIVO AEREO

DATA            COMPAGNIA    OPERATIVO AEREO                NUMERO VOLO  DURATA VOLO 

03/09/2019   RYANAIR   BOLOGNA 10:25 PRAGA 11:55 FR 5004    01:30 

07/09/2019   RYANAIR         PRAGA 12:20 BOLOGNA 13:50 FR 5005 01:30 

Documenti necessari: Passaporto/carta d’identità valida per l’espatrio (è necessario viaggiare con uno dei documenti in corso di validità).

 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE:

SOCI: €. 1.240,00

NON SOCI: €. 1.380,00


(basata sulla partecipazione di almeno 30 persone)

CAMERA SINGOLA €. 212,00 

 

LE QUOTE COMPRENDONO : 

• Voli Low Cost Ryanair Bologna /Praga/Bologna 

• Tasse aeroportuali 

• Bagaglio a mano di piccole dimensione + bagaglio a mano di 10 Kg 

• Bagaglio in stiva da 20 kg 

• Assegnazione posto a sedere in A/R 

• Trasferimento in aeroporto in partenza e ritorno 

• Sistemazione in hotel 4 stelle (Praga 1) per 4 notti in camera doppia 

• Trattamento di mezza pensione in hotel (colazione e cena) 

• 2 cene in ristoranti tipici 

• Bevande ai pasti 

• Tassa di soggiorno 

• Pranzi in ristorante come da programma 

• Pullman GT a disposizione per tutto il periodo 

• Visite guidate in lingua italiana 

• Accompagnatore agenzia per tutto il viaggio 

• Assicurazione medico – bagaglio- annullamento 

• Ingressi come da programma 

• Gadget personalizzato con logo banca 

LE QUOTE NON COMPRENDONO:

• Ingressi non inclusi e non previsti nel programma 

• Tutto quanto non menzionato ne’ “la quota include”

 

Si ricorda inoltre che è necessario confermare la partecipazione entro il 31 maggio all’Ufficio Soci del Banco Fiorentino.