20 Settembre, orario ridotto nel pomeriggio per le filiali

20 Settembre, orario ridotto nel pomeriggio per le filiali

Informiamo la spettabile clientela che il giorno 20 settembre per esigenze di ordine aziendale le filiali del Banco Fiorentino seguiranno il seguente orario

Mattino > dalle 08:20 alle 13:15

Pomeriggio > chiuso

Restando comunque a disposizione per ogni esigenza ci scusiamo per il disagio.

 

Essere soci del Banco Fiorentino; una questione di valori, ma non solo!

Essere soci del Banco Fiorentino; una questione di valori, ma non solo!

“È necessario unirsi, non per stare uniti, ma per fare qualcosa insieme.”

(J.W. von Goethe)

 

Far parte della compagine del Banco Fiorentino significa condividere i valori della solidarietà, della mutualità e della cooperazione tra soci. Si diventa soci della Banca quindi, non solo per un interesse economico, bensì per partecipare e condividere le iniziative della cooperativa di credito nel sociale e nelle comunità in cui la Banca opera.

Quindi essere soci è essenzialmente una questione di valori. 

Ovviamente per una moderna cooperativa di credito è necessario però declinare i principi di mutualità in una serie di piccole grandi iniziative concrete e tangibili per le quali ci sia consentita, almeno in questa sede un minimo di autoreferenzialità.

Il Banco Fiorentino infatti riserva ai soci una vasta gamma di prodotti e servizi bancari ed extrabancari: dal Conto corrente al mutuo, dalla carta di credito al prestito personale con agevolazioni molto vantaggiose, ma anche i viaggi, le iniziative di prevenzione sanitaria e l’assistenza qualificata dei centri medici.

Grazie al sostegno del Banco Fiorentino, anche quest’anno si è proposto di promuovere il Progetto Ginecologia con visite gratuite in collaborazione con Villa Donatello e la Fondazione ANT Italia Onlus.

La Banca ha organizzato anche numerose attività di natura culturale e ricreativa:

 • VISITE GUIDATE

Le visite, effettuate con guide professioniste, costituiscono ormai un appuntamento tradizionale per moltissimi soci, consentendo di riscoprire con una visione approfondita il patrimonio culturale del Ns. Territorio. Quest’anno sono state organizzate visite guidate al Museo Stibbert nel mese di aprile, sempre ad aprile è stata visitata la Chiesa di Santo Spirito e la Cappella Brancacci, nel mese di giugno abbiamo assistito alla Mostra del Verrocchio a Palazzo Strozzi. Nel mese di settembre è programmata la visita guidata alla Galleria degli Uffizi con le nuove sale, iniziativa che sarà ribadita nella prima quindicina di dicembre. A ottobre è prevista la visita al Complesso Museale dell’Opera di Santa Croce ed infine a novembre la visita guidata alla Galleria dell’Accademia.

 • VIAGGI E SOGGIORNI

Ogni anno sono organizzate varie iniziative turistiche per soddisfare le diverse esigenze dei Soci. I viaggi, in Italia ed all’estero, offrono la possibilità non solo di arricchire il proprio bagaglio culturale, ma anche di sviluppare nuove relazioni sociali. Per rendere possibile la massima partecipazione dei Soci e dei loro familiari, la Banca consente la rateizzazione delle quote di viaggio. 

Quest’anno è stata organizzata una visita a Maranello e al Museo Ferrari tenutasi nel mese di marzo, un viaggio a Praga e i Castelli della Boemia a settembre, un tour della Terrasanta a fine settembre. Nel mese di novembre è previsto un viaggio in Messico e Mar dei Caraibi ed infine un week-end a Napoli nei giorni dal 13 al 15 dicembre.

Anche quest’anno con l’approssimarsi dell’inizio del nuovo anno scolastico torna l’iniziativa “Cara Scuola” con sconti per i figli dei soci sull’acquisto di libri/dizionari.

SANITARIA

La Banca offre ai propri soci un fondo sanitario no profit aggiuntivo al S.S.N. aperto a tutti i soci finalizzato a ridurre l’incidenza della spesa sanitaria privata sui redditi delle famiglie, promuovere la diagnosi precoce, gli stili di vita attivi e il controllo dei parametri vitali e ottimizzare la capacità di acquisto delle prestazioni sanitarie presso le strutture private ed in regime di intramoenia. Tale fondo garantisce accessi rapidi alle cure senza liste di attesa, percorsi di cura integrati e preferenziali all’interno del network convenzionato, protezione del proprio nucleo familiare rispetto alla malattia e ai costi della sanità privata. I contenuti del piano sanitario prevedono 3 macro aree di prestazione (ospedaliere, extra-ospedaliere e prestazioni di assistenza). L’adesione al Fondo Sanitario avviene con il pagamento di rate mensili. Ai soci è riservato uno sconto ragguardevole in particolare per la tutela dell’intero nucleo familiare.

INFORTUNI

Inoltre tra le agevolazioni rivolte ai soci è da ricordare la Polizza Indennitaria da infortunio. 

Copertura contro infortuni professionali ed extraprofessionali. La polizza prevede un sistema di indennizzo innovativo: la logica è quella che ad ogni evento corrisponde un indennizzo predeterminato. C’è un’assoluta trasparenza nei confronti del socio assicurato, in quanto sulla base dell’accaduto (sinistro) l’assicurato sa già in anticipo quello che sarà l’indennizzo erogato dalla Compagnia. Il prezzo è estremamente competitivo. Sono previsti sconti in caso di assicurazione del nucleo familiare.

Un ufficio estero, sul territorio.

Un ufficio estero, sul territorio.

Anche un viaggio lungo mille miglia comincia con un passo. (Lao Tzu)

Il Banco Fiorentino è da sempre, ma oggi in modo ancor più efficace e concreto, al fianco delle aziende che lavorano all’estero o che hanno intenzione di intraprendere un percorso di internazionalizzazione. 

Come? Attraverso un Ufficio Estero con base sul territorio e composto da un team di esperti pronti a consigliare in maniera diretta e personale gli imprenditori interessati.

Il Banco Fiorentino infatti, a seguito della fusione avvenuta nel 2016, ha scelto di investire nella creazione prima e nel rafforzamento poi, di un Ufficio Estero che mette insieme due importanti asset: da un lato si tratta di una banca del territorio, presente e vicina, in cui è possibile incontrarsi e costruire vis-à-vis le migliori strategie di lavoro, dall’altro, a seguito dell’ingresso in ICCREA (dicembre 2018) la banca è anche parte di un grande gruppo bancario, ed ha quindi la possibilità di offrire alle imprese prodotti e servizi di alto livello, calibrandoli attraverso soluzioni pensate su misura. 

Sarebbe difficile concentrare in poche righe i tanti servizi offerti, quali finanziamento e pre-finanziamento estero, Trade-Finance, Credit Enhancement, Gestione del Rischio di Cambio… poichè un elenco non può render conto della pluralità di servizi che è possibile trovare richiedendo un incontro; soprattutto perché il criterio di fondo dell’offerta del Banco Fiorentino è la possibilità di costruire intorno alle esigenze del cliente un sistema di servizi e consulenze altamente personalizzato. 

UNA BANCA CON I PIEDI PER TERRA MA AL PASSO CON I TEMPI

UNA BANCA CON I PIEDI PER TERRA MA AL PASSO CON I TEMPI

Chiudiamo il primo semestre del 2019 con dei risultati incoraggianti, raggiunti in un contesto estremamente competitivo e difficile, e alla partenza del gruppo bancario cooperativo ICCREA a cui abbiamo aderito.

L’economia segna il passo, i settori trainanti mostrano rallentamenti preoccupanti e questo ci induce ad operare ancor più con prudenza e attenzione.

La redditività complessiva è in crescita, i costi, nonostante l’introduzione di nuove voci di spesa riconducibili al funzionamento del gruppo bancario, sono sotto controllo, con un cost income normalizzato che si attesta al di sotto del 55%.

La razionalizzazione della struttura iniziata post fusione prosegue, generando risultati che ancora oggi vanno quasi integralmente a servizio del costo del rischio.

I crediti no performing sono in sensibile calo, per effetto dell’incisiva attività di recupero e gestione; attività questa che proseguirà negli anni a seguire per permettere un posizionamento del gross NPL a livello delle best practice di mercato.

La banca sta operando una riorganizzazione della struttura, finalizzata ad offrire servizi improntati alla massima efficienza e professionalità, nel rispetto della mission del credito cooperativo.

Una banca vicina ai propri territori, ai clienti, ai soci.

Con il preciso obiettivo di essere ancor più strumento di sostegno e sviluppo dell’economia locale, a supporto delle piccole e medie imprese che da sempre rappresentano il nostro target di riferimento; a breve sarà operativa una struttura di gestori corporate che permetterà l’erogazione di un servizio professionale e tempestivo per soddisfare le esigenze finanziarie di breve e di lungo periodo.

La struttura delle filiali al contempo potrà garantire e dedicarsi ancor più alla clientela retail e affluent che ne trarrà grandi benefici in termini di attenzione e servizio.

A testimonianza del fatto che siamo una banca con i piedi per terra, ma al passo con i tempi e vicina al proprio territorio, alle aziende e alle sue comunità.

Davide Menetti

Direttore Generale

C’è bisogno di banche locali.

C’è bisogno di banche locali.

“Il futuro ha sempre più bisogno di diversità e di partecipazione alla gestione delle banche a proprietà diffusa”

Con queste parole Alessandro Azzi, Presidente della Federazione delle BCC Lombarde, ha voluto rimarcare il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo quali autentiche banche locali. E noi ci riconosciamo pienamente in queste parole, rivendicando il nostro ruolo di vera banca locale, credendo che “il futuro non è solo dei big e che senza banche locali il territorio muore”.

La difesa delle nostre origini, della nostra missione, la presenza dei nostri sportelli nei piccoli borghi, il sostegno e la vicinanza al mondo delle piccole e medie imprese, degli artigiani, degli agricoltori e delle famiglie, deve essere il nostro segno distintivo nel panorama del sistema bancario.

L’appartenenza al gruppo bancario ICCREA deve aiutarci a rafforzare questo nostro ruolo, e la capogruppo ICCREA, pur avendo dimensioni da leader di mercato, è comunque strutturalmente diversa dalle grandi banche, perché ha una funzione obiettivo peculiare di aiuto e supporto alle singole BCC e vive della capacità imprenditoriale e dell’efficienza delle singole banche.

Il sistema si è rinnovato per rafforzarsi ed è scolpito in modo originale.

Il centro restano le BCC e sia la capogruppo, sia Federcasse, esistono perché “utili” al servizio in modo diverso delle cooperative bancarie di base.

Il loro codice identitario, anche dopo la riforma, è rimasto immutato, anzi le disposizioni di vigilanza ne sottolineano quattro caratteri esclusivi: mutualità, territorialità, democraticità di finanziamento, assenza di scopo di lucro individuale.

Siamo banche differenti, siamo banche della Comunità e vogliamo difendere questo originale modello che ha una storia ormai da oltre 130 anni. Come la ex-BCC di Signa che, proprio quest’anno, compie i suoi 100 anni dalla fondazione, che abbiamo ricordato il 30 giugno scorso con una bella festa molto partecipata a San Mauro nei locali della Fraternita di Misericordia, dove abbiamo anche inaugurato la nuova filiale della Banca.

Questi sono i nostri valori, la nostra storia. Guai a chi ce li tocca.

Il Presidente

Paolo Raffini

Gita a Napoli e Reggia di Caserta. Il programma

Gita a Napoli e Reggia di Caserta. Il programma

Il Banco Fiorentino propone ai suoi soci e clienti una gita a Napoli e alla reggia di Caserta.

Qui di seguito il programma dettagliato.

Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare l’Ufficio Soci: Tel. 055 – 8830788/789

Dal 13 al 15 Dicembre 2019

 

GIORNO 1. VENERDI’ 13/12/2019: PARTENZA PER NAPOLI

Partenza da Barberino di Mugello casello autostrada alle ore 06.30, sosta a Lastra a Signa (parcheggio Ipercoop) alle ore 07.00 e proseguimento per Napoli con Bus GT. All’arrivo pranzo in ristorante e a seguire inizio del tour panoramico di Napoli in mezza giornata: il tour comprende Corso Umberto, l’esterno del Duomo, Via Caracciolo, la collina di Posillipo, Piazza del Municipio, l’esterno del Maschio Angioino, la Galleria Umberto I, l’esterno del Teatro San Carlo, Piazza del Plebiscito.

Arrivo in hotel e sistemazione nelle camere riservate.

Cena e  Pernottamento in hotel a Napoli.

GIORNO 2. SABATO 14/12/2019: NAPOLI

Prima colazione in hotel

Visita guidata di Napoli antica in mezza giornata comprendente i suoi quartieri più caratteristici: Spaccanapoli, Piazza del Gesù Nuovo, San Domenico Maggiore, Santa Chiara, via Gregorio Armeno, la Cappella di San Severo al cui interno si trova  il Cristo Velato, uno dei più grandi capolavori della scultura di tutti i tempi.

Pranzo in ristorante.

Nel pomeriggio ci godiamo la visita della Certosa di San Martino, e a seguire, del Duomo.

Lo splendido Duomo di Napoli, che sorge maestoso lungo la via omonima, rappresenta una delle più importanti chiese della città. Sorto nel XIII secolo, obliterando le precedenti evidenze paleocristiane della più antica basilica e del battistero, subì una serie di modifiche che ad oggi vedono la sovrapposizione di differenti stili che, a partire dal gotico trecentesco, giungono fino al neogotico ottocentesco. Inoltre, nel Duomo, tre volte l’anno, è possibile assistere al rito dello scioglimento del sangue del patrono della città, San Gennaro.

Rientro in hotel. A seguire  Cena in ristorante tipico. Pernottamento in hotel a Napoli.

GIORNO 3. DOMENICA 15/12/2019: CASERTA – FIRENZE

Prima colazione in hotel e trasferimento in Bus GT fino a Caserta con mattinata dedicata alla visita della Reggia di Caserta.

La visita del Palazzo Reale di Caserta, una delle più grandi regge d’Europa, permette di vedere la sua famosa scalinata, alcune tra le sale più belle e importanti e parte del giardino, che si estende su una superficie di circa 3 km. 

Pranzo in ristorante. Tempo a disposizione in libertà prima del rientro in BUS GT

PREZZO DEL PACCHETTO A PERSONA:

– Base min. 30 partecipanti            soci:   490,00 € non soci: 590,00 €.

– Supplemento singola                               140,00 €

Riduzione bambino sotto i 12 anni: 10% sul prezzo del pacchetto

ISCRIZIONI

Le iscrizioni partiranno da martedì 3 settembre  e termineranno giovedì 31 ottobre p.v..

IL PREZZO COMPRENDE:

Trasporto in Bus GT

Sistemazione in Hotel categoria 4* stelle in camera doppia 

Tassa di soggiorno

2 pranzi in ristorante a Napoli + 1 pranzo in ristorante a Caserta

1 cena in hotel + 1 cena  in ristorante tipico a Napoli

bevande ai pasti (1/4  di vino o soft drink – 1/2 di acqua)

1 accompagnatore

1 Guida half day di Napoli.

1 Guida Napoli antica

1 Guida Reggia di Caserta 

1 Ingresso con prenotazione alla  Certosa di San Martino a Napoli

1 Ingresso alla Cappella di S. Severo

Auricolari per 2 giorni a Napoli

1 Ingresso alla Reggia e al Parco di Caserta

Assicurazione: medico e bagaglio

IL PREZZO NON COMPRENDE:

Assicurazioni integrative (annullamento) con costo da valutare sulla base dell’età del partecipante, entrate a musei e monumenti anche quando la visita si svolge da programma, all’interno di edifici che prevedono l’ingresso a pagamento, mance, extra, facchinaggio, set da viaggio e tutto quanto non espresso nella “quota comprende”.

Task Force italo-russa sui distretti e le PMI, iscrizioni aperte!

Task Force italo-russa sui distretti e le PMI, iscrizioni aperte!

La Regione di Kaliningrad, in Russia, ospiterà il 29 e 30 ottobre la prossima “Task Force italo-russa sui distretti e le PMI”.

La Task Force è un Forum economico-istituzionale giunto alla sua 28° edizione, presieduto dai Ministeri dello Sviluppo Economico italiano e russo, del quale sono parte attiva le rispettive realtà territoriali, Regioni, Università e Centri di ricerca, Associazioni di settore, Camere di Commercio e le imprese.

I settori su cui saranno incentrati i lavori di quest’anno sono: Meccanica strumentale e Robotica, Agroindustria/Meccanica per il Food, Mobili (design, componenti, macchinari).

La partecipazione all’iniziativa è gratuita. Sono a carico dei partecipanti i costi di viaggio, vitto e alloggio.

Per aderire (entro e non oltre il 14/10/2019) cliccate qui.

I partecipanti potranno presentare progetti, in maniera sintetica, nel corso dei tavoli tematici per poi approfondirli in ambito bilaterale all’interno di spazi dedicati (“meeting points”). Per presentare progetti cliccate qui.

Per ricevere informazioni sulle opportunità della partecipazione al Forum potete contattare l’Ufficio Estero del Banco Fiorentino (estero@bancofiorentino.it / +39 055 883071)

Per qualsiasi informazione da parte dei partecipanti, si prega di scrivere all’indirizzo e-mail: taskforceitalorussa@mise.gov.it, oppure scrivere alla Dr.ssa Roberta Perini roberta.perini@mise.gov.it o alla Dr.ssa Roberta Ferri roberta.ferri@mise.gov.it.

(Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale per le Politiche di Internazionalizzazione e la Promozione degli Scambi – Divisione III – Relazioni Internazionali e Rapporti con Organismi Esteri)

Documenti Utili

Programma > Clicca qui 

Visto Russia > Clicca qui 

 

 

 

Carte di credito e bancomat: vademecum minimo per la vacanza!

Carte di credito e bancomat: vademecum minimo per la vacanza!

Essere in vacanza è non avere niente da fare e avere tutto il giorno per farlo.
(Robert Orben) 

Estate, tempo di vacanze in Italia e all’estero e soprattutto di spese. Tanti di noi trascorreranno periodi più o meno brevi all’estero e per evitare di viaggiare con grosse somme di denaro utilizzeranno le carte di credito e di debito (prepagate o bancomat). 

Come fare per evitare brutte sorprese come malfunzionamenti o commissioni eccessive e inutili e spese indesiderate? 

Ecco alcune semplici regole per gestire le spese della vacanza senza ansie:

  1. Prima di partire consulta sempre la banca, alcune circuiti attivi in Italia non possono essere utilizzati all’estero altri necessitano di un’apposita abilitazione da richiedere alla società che emette la carta. Quindi rivolgiti sempre alla banca per assicurarti che una volta a destinazione la carta sia del tutto funzionante.
  2. Carta di credito o bancomat quale utilizzare? Tutte le nostre carte sia di credito che bancomat sono abilitate sia per il pagamento che per il prelievo; però le commissioni per il prelievo sono normalmente più elevate con le carte di credito e quindi ove possibile utilizzate il bancomat per i prelievi. 
  3. Verificare i massimali: prima di partire verificare con la propria banca i massimali delle varie carte. La carta di credito normalmente ha un unico plafond mensile mentre il bancomat ha limiti sia mensili che giornalieri tanto per il prelievo quanto per i pagamenti che è necessario conoscere.
  4. Furto, clonazione o smarrimento che fare? Il consiglio è uno solo: chiamare immediatamente la banca o i numeri di blocco internazionale per far disattivare la carta smarrita. In caso di utilizzo fraudolento il disconoscimento dei movimenti ci consentirà di ottenere il rimborso.
  5. Scegli la valuta locale: in caso di pagamento in area extra UE se viene richiesto è consigliabile scegliere sempre di pagare in valuta locale, questo consente di evitare saggi di cambio praticati dall’esercente sempre meno favorevoli e commissioni implicite.
  6. Con l’app sempre tutto sotto controllo: con l’app Relax Banking per mobile hai sempre la possibilità di monitorare in tempo reale tutti i pagamenti con un semplice gesto. Per chi ha meno dimestichezza con gli smartphone e le app c’è sempre la possibilità di ottenere la notifica del singolo movimento di spesa attraverso SMS.
  7. Quale carta per i figli che viaggiano da soli? I ragazzi soprattutto se al loro primo viaggio all’estero da soli potrebbero non porre la giusta attenzione alle regole di sicurezza delle carte di credito. La soluzione migliore in questo caso è una carta prepagata, si tratta di un ottimo strumento disponibile sugli stessi circuiti delle maggiori carte di credito che consente la stessa praticità di utilizzo (normalmente non consente però la prenotazione degli alberghi e le cauzioni per il noleggio delle auto) ma con un plafond limitato eventualmente reintegrabile dalla famiglia con una semplice ricarica.

Ad ognuno la sua carta quindi e se c’è ancora qualche dubbio rivolgiti in banca certamente avrai le risposte che ti attendi.

 

Gianluca Bresci

Responsabile Area Mercato

 

 

ANT e Banco Fiorentino: primo bilancio prevenzione oncologica gratuita

ANT e Banco Fiorentino: primo bilancio prevenzione oncologica gratuita

Estremamente positivo il bilancio dei primi quattro mesi di appuntamenti con la prevenzione oncologica gratuita di Fondazione ANT, resi possibili dal sostegno del Banco Fiorentino

Il programma è iniziato nel mese di marzo con le tre giornate di visite gratuite di Progetto melanoma ANT organizzate presso l’Istituto di Bioscienze a Borgo San Lorenzo, attraverso le quali ANT ha potuto garantire 90 visite dermatologiche per la diagnosi precoce e prevenzione dei tumori della pelle ai cittadini residenti nei Comuni del Mugello. Il melanoma colpisce in prevalenza l’età media, nel 20% dei casi purtroppo anche soggetti tra i 15 ed i 39 anni. La prevenzione di questa malattia, la cui incidenza varia da 12 a 20 casi all’anno per 100.000 abitanti, è l’unica arma veramente efficace per combatterla.

Fra marzo e giugno, inoltre, a Villa Donatello, Fondazione ANT ha organizzato le prime 5 sessioni di Progetto Ginecologia, dedicate alle cittadine di tutta la nostra regione, per un totale di 30 visite ginecologiche gratuite, con ecografia transvaginale e PAP test. Altre 5 sessioni saranno organizzate fra settembre e dicembre.

Il progetto Ginecologia è mirato a farediagnosi precoce per i tumori dell’utero (collo e corpo) e delle ovaie.

Fondazione ANT porta in tutta Italia i progetti di prevenzione oncologica gratuita, offrendo ogni anno oltre 20.000 visite e controlli gratuiti per la diagnosi precoce di diverse patologie tumorali. 

Non posso che ringraziare il Banco Fiorentino per aver deciso di sostenerci anche quest’anno, come fa da molti anni e, Villa Donatello, che è ormai al nostro fianco dal 2016 – ha detto Simone Martini, Delegato ANT di Firenze – Vorrei riprendere le recenti dichiarazioni della nostra Presidente Pannuti. Sei persone su dieci in Italia, nel 2018, sono state costrette a rinunciare a cure specialistiche ed esami e tra queste, il 31% ha messo da parte la prevenzione, come ha evidenziato lo studio dell’Osservatorio sul bilancio di welfare delle famiglie italiane di MBS Consulting – spiega Raffaella Pannuti, presidente ANT –Fondazione ANT da sempre si impegna per rendere alla portata di tutti la cultura della prevenzione oncologica, informando, sensibilizzando e soprattutto erogando ogni anno visite di prevenzione in diversi ambiti. Tutto questo non sarebbe possibile senza il contributo di grandi aziende e privati cittadini che ci sostengono in questa importante attività con le proprie donazioni.

Per conoscereil calendario mensile delle visite è possibile visitare la sezione Prevenzione del sito ant.it/toscana.

Per saperne di più sulle attività di Fondazione ANT a Firenze e in Toscana, è possibile chiamare la sede di Firenze al n. 055.5000210.

 Fondazione ANT

Nata nel 1978 per opera dell’oncologo Franco Pannuti, dal 1985 a oggi Fondazione ANT Italia ONLUS – la più ampia realtà non profit per l’assistenza specialistica domiciliare ai malati di tumore e la prevenzione gratuite – ha curato circa 130.000 persone in 11 regioni italiane (Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Toscana, Lazio, Marche, Campania, Basilicata, Puglia, Umbria). Ogni anno 10.000 persone vengono assistite nelle loro case da 20 équipe multi-disciplinari ANT che assicurano cure specialistiche di tipo ospedaliero e socio-assistenziale, con una presa in carico globale del malato oncologico e della sua famiglia. Sono complessivamente 520 i professionisti che lavorano per la Fondazione (medici, infermieri, psicologi, nutrizionisti, fisioterapisti, farmacisti, operatori socio-sanitari etc.) cui si affiancano oltre 2.000 volontari impegnati nelle attività di raccolta fondi necessarie a sostenere economicamente l’operato dello staff sanitario. Il supporto offerto da ANT affronta ogni genere di problema nell’ottica del benessere globale del malato. A partire dal 2015, il servizio di assistenza domiciliare oncologica di ANT gode del certificato di qualità UNI EN ISO 9001:2008 emesso da Globe s.r.l. e nel 2016 ANT ha sottoscritto un Protocollo d’intesa non oneroso con il Ministero della Salute che impegna le parti a definire, sostenere e realizzare un programma di interventi per il conseguimento di obiettivi specifici, coerenti con quanto previsto dalla legge 15 marzo 2010, n. 38 per l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore. ANT è inoltre da tempo impegnata nella prevenzione oncologica con progetti di diagnosi precoce del melanoma, delle neoplasie tiroidee, ginecologiche e mammarie. Dall’avvio nel 2004 sono stati visitati gratuitamente 196.000 pazienti in 90 province italiane. Le campagne di prevenzione si attuano negli ambulatori ANT presenti in diverse regioni, in strutture sanitarie utilizzate a titolo non oneroso e sull’Ambulatorio Mobile – BUS della Prevenzione. Il mezzo, dotato di strumentazione diagnostica all’avanguardia (mammografo digitale, ecografo e videodermatoscopio) consente di realizzare visite su tutto il territorio nazionale. ANT opera in Italia attraverso 120 delegazioni, dove la presenza di volontari è molto attiva. Alle delegazioni competono, a livello locale, le iniziative di raccolta fondi e la predisposizione della logistica necessaria all’assistenza domiciliare, oltre alle attività di sensibilizzazione. Prendendo come riferimento il 2017, ANT finanzia la maggior parte delle proprie attività grazie alle erogazioni di privati cittadini (28%) e alle manifestazioni di raccolta fondi organizzate (25%) al contributo del 5×1000 (15%) a lasciti e donazioni (12%). Il 15% di quanto raccoglie deriva da fondi pubblici. Uno studio condotto da Human Foundation sull’impatto sociale delle attività di ANT, ha evidenziato che per ogni euro investito nelle attività della Fondazione, il valore prodotto è di 1,90 euro. La valutazione è stata eseguita seguendo la metodologia Social Return on Investment (SROI). ANT è la 9^ Onlus nella graduatoria nazionale del 5×1000 nella categoria del volontariato. Fondazione ANT opera in nome dell’Eubiosia (dal greco, vita in dignità).

Risparmio, investimenti e cultura finanziaria:  Sell in may and go away!

Risparmio, investimenti e cultura finanziaria: Sell in may and go away!

Un proverbio della tradizione popolare recita ‘le pecore si contano a Maggio’, attività che i pastori eseguivano contemporaneamente alla tosatura nel mese citato.

Significa che ogni cosa deve essere fatta a tempo debito.

Sui mercati finanziari legato al mese di Maggio circola il motto ‘Sell in May and go away, and come back on St. Leger’s Day (corsa dei cavalli  che si tiene a metà Settembre), che vuol individuare nel periodo Ottobre-Aprile i mesi migliori per investire.

Quindi sembrerebbe, secondo la vulgata finanziaria, che sia sufficiente comprare ad Ottobre e vendere a Maggio per ottenere i migliori risultati.

Quest’anno Dicembre 2018 è stato un mese disastroso per i mercati azionari, contrariamente al proverbio, con un recupero veloce fino a Maggio quando si è registrata una correzione significativa in linea al motto ‘sell in May…’.

Come avevamo registrato a Dicembre, nel numero precedente, nei momenti in cui le attività rischiose vedono scendere i prezzi ci sono investimenti (c.d. difensivi) che possono muoversi in controtendenza. Ed è quello che prontamente si è registrato anche in Maggio.

I proverbi condensano il buon senso della tradizione proiettandolo nel tempo a venire, anche se ogni tempo ha le sue peculiarità contingenti che lo rende unico benché mosso da leggi generali che si possono utilizzare nel presente.

Da Dicembre, con le Borse che salivano, si è assistito alla tenuta di alcune attività difensive palesandosi una divergenza che Maggio ha per ora parzialmente ricomposto. Ricomposizione che si è sostanziata nella discesa dei mercati azionari e nella contestuale apprezzamento dei titoli obbligazionari governativi considerati privi di rischio e delle valute percepite rifugio per gli investitori.

Le tensioni commerciali e geopolitiche, la maturità del ciclo del credito e più in generale del ciclo economico impongono agli operatori finanziari ed agli investitori una riflessione circa i motivi della maggiore volatilità dei mercati nell’ultimo anno.

Una riflessione che non può prescindere dalla costruzione di un portafoglio di investimento che tenga conto del buon senso che deve guidare le scelte di investimento ma soprattutto della conoscenza dei mercati e delle logiche che li governano.

Riccardo Zannelli

Responsabile Ufficio Estero Banco Fiorentino