Reclami, ricorsi e mediazione

La soddisfazione del cliente è il nostro principale obiettivo. Anche la gestione di un reclamo, quindi, per noi del Banco Fiorentino, è un ulteriore momento di attenzione per rispondere alle tue esigenze, con la massima cura. Per questo motivo potrai recarti in filiale per qualsiasi problema. Nel caso in cui non ti ritenessi soddisfatto delle risposte ottenute potrai inoltrare un reclamo formale alla nostra Banca a mezzo:

La Banca risponderà sollecitamente, e comunque entro 30 giorni dal ricevimento, se il reclamo è relativo a servizi bancari e finanziari (ad es. conti correnti, mutui, crediti personali, carte di pagamento etc.) ed  a servizi di investimento, ed entro 45 giorni se il reclamo è relativo a servizi di intermediazione assicurativa.

Nel caso in cui non ti ritenessi ancora pienamente soddisfatto delle risposte fornite dalla Banca, ti ricordiamo che in base alla vigente normativa hai la possibilità di rivolgerti:

  1. A) in caso di controversie inerenti ad operazioni e servizi bancari e finanziari:

  • all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF)

L’ABF è un sistema stragiudiziale di risoluzione delle controversie che offre un’alternativa più semplice, rapida ed economica, rispetto al ricorso al Giudice.

L’ABF è un organismo indipendente e imparziale che decide – in pochi mesi – chi ha ragione e chi ha torto.

Per informazioni su questo sistema puoi:

  • al Conciliatore BancarioFinanziario (anche in assenza di preventivo reclamo)

Il Conciliatore BancarioFinanziario è un’associazione che offre vari modi per affrontare e risolvere le questioni tra gli intermediari bancari e finanziari e la loro clientela.

Puoi rivolgerti a quest’organismo, ad esempio, nel caso in cui tu scelga di affidare la controversia ad un terzo indipendente, chiamato “mediatore” (che verrà scelto dall’organismo del Conciliatore Bancario Finanziario). questo avrà il compito di agevolare il tentativo delle parti di raggiungere un accordo spontaneo.

Per informazioni su questi sistemi puoi:

  1. B) in caso di controversie inerenti a servizi e attività di investimento:

  • all’Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF)

L’ACF è un sistema di risoluzione extragiudiziale delle controversie, attivo presso la CONSOB,  che, dal 9 gennaio 2017, decide in tempi certi e senza costi di procedura per il risparmiatore sulle  controversie relative alla violazione da parte degli intermediari degli obblighi di diligenza, correttezza, informazione e trasparenza che la normativa pone a loro carico. E ciò quando prestano servizi di investimento e il servizio di gestione collettiva del risparmio.

Per informazioni su questo sistema puoi:

  • fino all’ 08 gennaio 2019, sarà possibile, per chi non si fa assistere da procuratori o associazioni dei consumatori, presentare il ricorso in modalità cartacea, compilando un modulo scaricabile dal sito  www.acf.consob.it e inviandolo tramite i canali tradizionali (raccomandata, Pec ecc.)

 

Ti segnaliamo che è obbligatorio, prima di agire in giudizio, esperire il “tentativo di mediazione”, cioè chiamare la controparte di fronte ad uno degli organismi di mediazione iscritti nell’apposito Albo e tentare così di raggiungere un accordo spontaneo.

Ad esempio, possono essere utilizzati per svolgere tale “tentativo di mediazione” obbligatorio, i sopra citati ABF, ACF, Conciliatore Bancario Finanziario (così come ogni altro organismo riconosciuto dal Ministero della Giustizia).


DOCUMENTAZIONE

Informativa Reclami

Informativa servizi assicurativi

Brochure ACF

Informativa ACF

Modulo per inoltro reclamo alla banca


Accedi alla pagina Relazioni Annuali